• 221
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 21 maggio, 2018

articolo scritto da:

Luigi Di Maio Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, le ultime

sondaggi elettorali, luigi di maio, m5s, consultazioni elettorali, elezioni 2018

Luigi Di Maio Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, le ultime

Il “Contratto per il Governo del cambiamento” ha passato il vaglio degli iscritti cinquestelle e dei militanti della Lega. E, i rispettivi leader Luigi Di Maio e Matteo Salvini trovano subito un’intesa su Primo Ministro e squadra di Governo.

“Abbiamo scelto un nome equilibrato che soddisfa noi e loro” dichiara Salvini, dopo l’incontro con Di Maio di ieri mattina. “Non saremo premier né io né Di Maio. Ma siamo pronti a metterci la faccia ed entrare nell’esecutivo”. E continua, rivolgendosi indirettamente al Quirinale: “Speriamo che nessuno metta veti su una scelta che rappresenta la volontà della maggioranza degli italiani”.

Dunque, riprendendo le parole del segretario del Carroccio: “Siamo pronti a partire”.

Da parte sua, il Colle ha convocato il Movimento 5 Stelle alle 17.30. Mentre la Lega incontrerà Mattarella subito dopo, alle 18.

Contratto di Governo M5S-Lega: la versione definitiva in pdf

Matteo Salvini e Luigi di Maio nel Governo

Tornando a quanto detto da Salvini: “(io e Di Maio) siamo pronti a metterci la faccia ed entrare nell’esecutivo”. Così, le indiscrezioni sui ministeri che si dovrebbero spartire i due leader sono iniziate a trapelare. E se i rumors vogliono il leghista all’Interno, dal palco di Teramo, dove ieri si è tenuto un’iniziativa cinquestlle in vista delle amministrative, Luigi Di Maio: “Abbiamo chiesto che il ministero dello Sviluppo economico con dentro quello del Lavoro sia un super ministero per risolvere i problemi degli italiani. E che vada al Movimento 5 stelle”. Fa così intendere che sia lui il prescelto per la guida del “super Ministero”. Un dicastero che riunisca in sé lavoro e sviluppo economico.

“Io non so se andrò a fare il presidente del Consiglio. Ma sono orgoglioso di aver portato al governo il vero leader, che è il nostro programma”. Cerca di rassicurare i propri simpatizzanti, Di Maio, parlando a Teramo. Continuando: “Nel nostro programma ci sono tutte le 5 stelle del nostro simbolo: dall’acqua pubblica all’abolizione della legge Fornero”.

Ora, fondere gli attuali dicasteri “Lavoro e Politiche sociali” e “ Sviluppo economico” significa creare un Ministero al quale sono ascritte numerose materie di competenza. Anche laddove le “Politiche sociali” siano scorporate, per quel che non riguarda propriamente il lavoro, e affidate ad altro dicastero.

Luigi Di Maio Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico

Attualmente, infatti, il Ministero del Lavoro, il cui ministro in carica è Giuliano Poletti, è sì competente per tutte le funzioni spettanti allo Stato in materia di politica del lavoro e sviluppo dell’occupazione, di tutela del lavoro e dell’adeguatezza del sistema previdenziale. Ma lo è anche in materia di prevenzione e riduzione delle condizioni di bisogno e disagio delle persone e delle famiglie. Quest’ultime competenze potrebbero rientrare nel nuovo Ministero menzionato ieri da Salvini, intervenuto a Fiumicino, “per le Famiglie e la Disabilità”.

Infine, per quanto riguarda il Ministero dello Sviluppo economico, al momento guidato da Carlo Calenda, questo ha competenza in materia di: Politica industriale; Politica per l’internazionalizzazione; poi politica energetica; infine politica per le comunicazioni.

Per saperne di più dovremmo attendere l’esito dell’incontro di stasera tra il Presidente della Repubblica e Di Maio, prima, e Salvini, poi.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Conte o non Conte

articolo scritto da: