Pubblicato il 14/06/2018 Ultimo aggiornamento: 21 Dicembre 2018 alle 18:45

Retribuzione oraria, come è cambiata in base al titolo di studio – infografiche

autore: Gianni Balduzzi
RETRIBUZIONe ORARIA

Retribuzione oraria, come è cambiata in base al titolo di studio – infografiche

Il salario percepito dagli italiani varia molto naturalmente, e come in altri Paesi una variabile fondamentale che decide quanto si guadagna è senz’altro il titolo di studio.

Nell’infografica è possibile fare scorrere il tempo, dal 2000 di due anni in due anni per osservare come cambia, quali lavoratori, con quale istruzione, vedono salire i propri stipendi di più e chi di meno.

Nel 2016, l’ultimo anno disponibile, si notava l’ovvia preminenza dei laureati, con 13,16 euro all’ora.

Seguiti dai diplomati con 9,51. Da chi ha solo la licenza media, con 8,15. Da coloro che si sono fermati in quinta elementare, con 7,01. E infine da coloro che proprio non hanno alcun titolo con 6,48.

Nel corso degli anni  vi sono stati soprattutto aumenti, ma anche diminuzioni. In particolare queste ultime si sono verificate durante la crisi del 2008-2012. E in modo inaspettato

 

Retribuzione oraria, durante la crisi, sono calate quelle dei laureati, ma non dei diplomati

Tra 2008 e 2012, facendo scorrere la barra degli anni, si nota come la retribuzione oraria dei laureati è passata da 12,58 a 12,20 euro all’ora. Con un calo che non si riscontra tra i diplomati, che passano da 8,99 a 9,43.

Si tratta di una riduzione delle disuguaglianze che nasce anche dal calo dell’occupazione. I diplomati hanno perso il lavoro più dei laureati, quelli rimasti sono stati probabilmente i più specializzati, pagati meglio.

Un andamento simile a quello dei diplomati lo hanno avuto coloro che hanno la terza media.

Di fatto è accaduto che i laureati invece di perdere il lavoro ne hanno trovato uno meno remunerato, subendo questo lato della crisi. Si sono poi rifatti tra 2012 e 2016, quando hanno guadagnato 0,96 euro all’ora in più in quattro anni, mentre per i diplomati l’incremento è stato solo di 8 centesimi. Di 26 centesimi invece il guadagno dei diplomati in terza media, che però tra 2014 e 2012 hanno vissuto una decurtazione, esattamente come chi si è fermato alle elementari.

RETRIBUZIONe ORARIA

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Autore: Gianni Balduzzi

Editorialista di Termometro Politico, esperto e appassionato di economia, cattolico- liberale, da sempre appassionato di politica ma senza mai prenderla troppo seriamente. "Mai troppo zelo", diceva il grande Talleyrand. Su Twitter è @Iannis2003
Tutti gli articoli di Gianni Balduzzi →