pubblicato: martedì, 12 Giugno, 2018

articolo scritto da:

Ultime notizie Aquarius | equipaggio rifiuta Valencia | Diretta

Ultime notizie Aquarius diretta

Ultime notizie Aquarius | equipaggio rifiuta Valencia | Diretta.

Aggiornamento ore 12.00: Un tweet di SOS Mediterranée aggiorna sulla situazione. “Aquarius ha ricevuto conferma: il porto sicuro è Valencia. I rifornimenti sono a bordo. I team sono sollevati che si inizi a trovare una soluzione; sebbene il risultato sia un prolungamento del tempo in mare non necessario per i naufraghi e una riduzione dei mezzi di soccorso”.

Una nave della MArina italiana e una della Guardia Costiera sono pronti ad accogliere 500 migranti tra i 629 presenti sull’Aquarius. Quindi scorteranno la nave con i restanti 129 migranti a bordo fino al porto di Valencia.

Intanto si è registrato un nuovo ingresso di migranti sulle coste siciliane, e in particolare sulla spiaggia di Calamosche, nella zona di Noto. Secondo Repubblica sono sbarcati 53 migranti, di cui 14 bambini, 8 donne e 31 uomini. A intercettarli durante la notte è stata la Guardia di Finanza. Quindi sono stati trasferiti al porto commerciale di Augusta: qui sono già iniziate le procedure di identificazione.

Ultime notizie Aquarius: la nave con a bordo 629 migranti è stata accettata dalla Spagna, ma l’equipaggio ha reso noto che si tratta di un’idea folle. Il viaggio è lungo (700 miglia, 4 giorni di viaggio circa); e il mare nei prossimi giorni rischia di essere mosso. Così sarebbe compromessa la sicurezza dei migranti a bordo e dell’intero equipaggio. Tuttavia l’Italia ha risposto mettendo a disposizione le proprie navi militari per farsi carico di diversi migranti; la Aquarius, infatti, al momento sopporta una capacità di 100 unità superiore rispetto a quella tollerata. Le motovedette e le navi italiane scorteranno quindi la Aquarius fino a Valencia, con l’obiettivo di non compromettere la sicurezza del personale a bordo.

Ultime notizie Aquarius | Ultimi aggiornamenti

Con un tweet pubblicato alle 6:14 di questa mattina, martedì 12 giugno 2018, SOS Mediterranée ha scritto quanto segue.

La nave Aquarius riceverà rifornimenti da un’imbarcazione italiana. Secondo il piano del MRCC di Roma i naufraghi a bordo verranno trasferiti su navi italiane e condotte a Valencia.

Verso la sera di ieri un altro tweet aveva fatto il punto della situazione. Spiegando che il viaggio fino alla Spagna sarebbe potuto essere rischioso.

L’MRCC spagnolo ha offerto alla Aquarius di attraccare a Valencia. È un segnale molto positivo. Tuttavia raggiungere la Spagna richiede diversi giorni di navigazione. Con così tante persone a bordo e condizioni meteo in peggioramento la situazione può diventare critica.

Sempre verso le 6 di questa mattina, la giornalista di Euronews Anelise Borges ha confermato che la Aquarius ha ricevuto istruzioni per andare in Spagna. “Le navi italiane prenderanno 500 persone e ci scorteranno a Valencia”.

Ultime notizie Aquarius | La strategia italiana

La Spagna, per voce del premier Pedro Sanchez, ha aperto il porto di Valencia alla nave Aquarius. Una mossa di solidarietà lodata dall’Unione europea e applaudita dal governo italiano. Che nel chiudere i porti alla Aquarius ha voluto in primis avanzare una misura politica. No alle Ong, sì alle navi militari. Non è un caso che oggi, vero il pomeriggio, la nave Diciotti sarà accolta nel porto di Catania con 937 migranti a bordo salvati dalla Guardia Costiera italiana. La chiusura alla nave Aquarius è dunque un chiaro attacco alle Ong che viaggiano sul Mediterraneo, particolarmente osteggiate dal ministro dell’Interno Salvini.

Nave Aquarius: dove si trova e perché.

Ultime notizie Aquarius | Perché l’equipaggio è contrario a Valencia

La corrispondente di Euronews a bordo dell’Aquarius, Anelise Borges, ha riportato le opinioni dell’equipaggio nei confronti della decisione di andare a Valencia. “Non è sicuro per l’equipaggio, né per le persone soccorse”. La durata del viaggio è infatti stimata dai 3 ai 5 giorni e “il meteo è in peggioramento”. Sono attese onde alte 2 metri e “pilotare una nave in quelle condizioni è una idea folle”. La situazione attuale dell’Aquarius non le permette quindi di andare in Spagna. Da qui l’aiuto dell’Italia con le sue navi militari.

Ne ha parlato anche il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli a La7. “Noi con la Marina militare e la guardia costiera accompagneremo la nave Aquarius fino a Valencia. E penso che lo potremo fare in pochissimi giorni”. Già per oggi sono previsti degli invii di viveri e medici con una motovedetta della Marina. Quindi su Radio Capital ha difeso le scelte del governo. “Non abbiamo messo in pericolo la vita di nessuno”. Ha ribadito che i migranti a bordo della nave sono stati “soccorsi da navi italiane”; seguendo poi le dichiarazioni di Salvini sul “business dell’immigrazione”; e sul potere della voce grossa. “Nessuno prima parlava di Malta che rispondeva negativamente” quando le venivano inoltrare le richieste di accoglienza.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: