pubblicato: giovedì, 14 giugno, 2018

articolo scritto da:

Pensioni quattordicesima 2018: a chi spetta e importo. Messaggio Inps pdf

Pensioni quattordicesima 2018: a chi spetta e importo

Pensioni quattordicesima 2018: a chi spetta e importo. Messaggio Inps pdf.

Le ultime notizie sulle pensioni quattordicesima relative al 2018 le fornisce l’Inps con il messaggio n. 2389 diffuso il 13 giugno 2018. Nella nota si informa che l’Istituto previdenziale erogherà la quattordicesima unitamente alla mensilità di pensione di luglio 2018. Il messaggio riporta ulteriori informazioni di cui adesso andremo a sintetizzare gli aspetti più rilevanti.

Pensioni quattordicesima 2018: requisiti reddituali 2018

Per il 2018 i requisiti di reddito vengono valutati in base ad alcune variabili. Nel caso di prima concessione, tutti i redditi posseduti dal soggetto nell’anno 2018; in caso di seconda concessione vengono invece valutati i redditi per prestazioni per le quali sussiste l’obbligo di comunicazione al Casellario centrale dei pensionati conseguiti nel 2018; nonché i redditi diversi conseguiti nel 2017.

Relativamente ai limiti nella nota si legge che “dal 2017, a parità di contribuzione, gli importi vengono differenziati in base alla fascia di reddito in cui si inquadra il beneficiario”; quindi fino a 1,5 volte il trattamento minimo o fino a 2 volte il trattamento minimo. “Il tetto massimo reddituale viene incrementato dell’importo del beneficio, diverso per ciascuna fascia contributiva”.

Pensioni quattordicesima 2018: tabella limiti di reddito

Riepilogando, ecco la tabella dei limiti reddituali previsti per il 2018. Limiti calcolati in base all’indice di rivalutazione previsionale per il 2018, pari all’1,1%.

Anni di contribuzione Trattamento Minimo 1,5 Trattamento Minimo 2
Lavoratori dipendenti <15 anni (< 780 ctr) Fino a € 9.894,69: 437 €

Tra 9.894,70 e 9.995,68 €: max 10.331,69 €

Tra 9.995,69 e 13.192,92 €: 336 €

Oltre 13.192,92 €: max 13.528,92 €

>15 <25 anni (>781 <1300 ctr) Fino a € 9.894,69: 546 €

Tra 9.894,70 e 10.020,68 €: max. 10.440,69 €

Tra 10.020,69 e 13.192,92 €: 420 €

Oltre 13.192,92 €: max 13.612,92 €

>25 anni (>1.301 ctr) Fino a 9.894,69 €: 655 €

Tra 9.984,70 e 10.045,68 €: max 10.549,69 €

Tra 10.045,69 e 13.192,92 €: 504 €

Oltre 13.192,92: max 13.696,92 €

Lavoratori autonomi <18 anni (<936 ctr) Fino a € 9.894,69: 437 €

Tra 9.894,70 e 9.995,68 €: max 10.331,69 €

Tra 9.995,69 e 13.192,92 €: 336 €

Oltre 13.192,92 €: max 13.528,92 €

>18 <28 anni (>937 <1.456 ctr) Fino a € 9.894,69: 546 €

Tra 9.894,70 e 10.020,68 €: max. 10.440,69 €

Tra 10.020,69 e 13.192,92 €: 420 €

Oltre 13.192,92 €: max 13.612,92 €

>28 anni (>1.457 ctr) Fino a 9.894,69 €: 655 €

Tra 9.984,70 e 10.045,68 €: max 10.549,69 €

Tra 9.995,69 e 13.192,92 €: 336 €

Oltre 13.192,92 €: max 13.528,92 €

Pensioni quattordicesima 2018: Gestione privata e dello Spettacolo e Sport

Per quanto riguarda le pensioni della Gestione privata e della Gestione spettacolo e sport, la somma aggiuntiva viene attribuita d’ufficio sulla mensilità di pensione di luglio 2018 a tutti i soggetti che entrano nei limiti di reddito stabiliti. E inoltre che al 31 luglio 2018 abbiano compiuto almeno 64 anni. La quattordicesima non riguarderà le pensioni interessate da sostituzione Stato o rivalsa Enti locali. Esclusi i trattamenti pensionistici ai lavoratori extracomunitari rimpatriati e pensioni della ex SPORTASS.

Qualora siano assenti le informazioni per gli anni 2018 e 2017, per i redditi diversi da quelli da prestazioni sono utilizzati i redditi del 2015 e, in subordine, del 2014.

Infine, per quanto riguarda la procedura BOOKING 2018, questa sarà messa a disposizione delle Strutture territoriali dal 19 giugno 2018.

Pensioni quattordicesima 2018: Casse della Gestione Pubblica

Al capitolo sopra riportato l’Inps informa che la somma aggiuntiva è attribuita d’ufficio sulla mensilità della pensione di luglio 2018 ai soggetti rientranti nei limiti di reddito stabiliti. Anche qui vale il requisito anagrafico, che deve essere di minimo 64 anni. Quindi si informa che nella sezione “Prospetti Erogazione Pensioni” sono stati pubblicati gli elenchi dei soggetti a cui è stata attribuita d’ufficio la quattordicesima: e quelli ai quali la quattordicesima non è stata attribuita, con in allegato la motivazione relativa.

Sotto l’aspetto dei redditi utilizzati, in questo caso, in assenza delle informazioni 2018 e 2017, verrebbero utilizzati i redditi dell’anno 2015.

Quota 100 e Quota 41: Salvini annuncia l’obiettivo. 

Pensioni quattordicesima 2018: altre informazioni utili

L’Istituto previdenziale ha informato che i pensionati potranno consultare i dettagli del pagamento della quattordicesima nella voce relativa sul cedolino di luglio 2017.

Chi perfeziona il requisito anagrafico dal 1° agosto o dal 1° luglio fino al 31 dicembre, se dovesse rientrare nei limiti reddituali, riceverà la quattordicesima nella rata di dicembre 2018.

Chi invece non riceve la quattordicesima, ma pensa di averne diritto, potrà presentare apposita domanda di ricostruzione online. Come? Collegandosi al sito dell’Inps tramite le credenziali di accesso che possono essere Pin Inps, SPID e CNS. Oppure può rivolgersi a un patronato.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

La mano scorticata

articolo scritto da: