articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Pensioni ultime notizie: Quota 100 e Quota 41 non servono. Ecco perché

Pensioni ultime notizie: Quota 100 e 41 non servono

Pensioni ultime notizie: Quota 100 e Quota 41 non servono. Ecco perché.

Sul fronte pensioni ultime notizie riguardano la controriforma che il governo vorrebbe attuare per smontare la Legge Fornero. Ma anche le dichiarazioni del numero 1 di Confindustria, Vincenzo Boccia. Che ha fatto sapere senza troppi peli sulla lingua che Quota 100 e Quota 41 non servono. E che ci sono altre priorità come lavoro e giovani. Boccia non è per nulla convinto dei programmi di un governo che per il momento sta puntando forte su pensioni e immigrazione; proseguendo però i toni da campagna elettorale. Ma sono finiti i tempi della propaganda, e adesso Boccia vuole vedere il lavoro serio; vuole che i nuovi governanti affrontino le questioni prioritarie del Paese. Tra queste, per Boccia, le pensioni non figurano proprio.

Pensioni ultime notizie: Boccia, “Campagna elettorale è finita”

In occasione dell’Assemblea Generale dell’Unione Industriale a Torino, Vincenzo Boccia ha rilasciato qualche dichiarazione sul governo Conte. Augurandosi la fine della campagna elettorale e di un linguaggio propagandistico e l’inizio del vero lavoro per il Paese. “Non possiamo passare mesi a parlare solo di migranti e pensioni”, ha detto. “E la questione industriale, il lavoro, la competitività? Se ci si focalizza solo sulle pensioni, il paradosso è che i partiti politici si occupano di interessi di parte, mentre i corpi intermedi di questioni di parte”. Ma allora quali sono le priorità per il presidente di Confindustria? È presto detto: lavoro e giovani.

Boccia si augura di vedere presto politiche per i giovani con piani di inclusione nelle Pa e nel mondo privato. Così come l’aumento della competitività delle aziende italiane; la decisione sulla questione Ilva; sui giovani del Mezzogiorno; insomma, su tutte le questioni economiche che sono al centro del Paese. Tra queste la centralità in Europa, soprattutto sotto il piano industriale.

Pensioni ultime notizie: per Confindustria Quota 100 e 41 non sono priorità

Boccia dichiara la necessità che l’Italia sia “la seconda manifattura d’Europa, perché gli altri Paesi stanno andando avanti”. E soprattutto si augura che non si usi l’Europa come capro espiatorio eterno per evitare i problemi dell’Italia. Ma sul tema migranti è d’accordo con il nuovo corso politico. Il problema è di tutta l’Europa, l’Italia ha una posizione geografica importante, “al centro tra Europa e Mediterraneo. Ma non possiamo essere l’unico Paese a occuparsi della questione”.

Infine Boccia ha parlato anche di infrastrutture, altro elemento chiave su cui la politica dovrebbe puntare. A partire dalla Tav, considerata un’opera determinante. “Siamo un Paese votato all’export; quindi abbiamo bisogno di nodi di collegamento che ci colleghino ad altri Paesi”. Insomma, Quota 100 e 41 non sono affatto la priorità per Confindustria. E parlare oggi di pensioni non serve, perché non è l’urgenza. È una questione, certamente. Ma “non una questione prioritaria”.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: martedì, 26 Giugno 2018