25/08/2018

Serie A 2018/2019, il focus: Milan, è ora di tornare grande per davvero

autore: Lorenzo Annis
Calciomercato Milan Veloso Sensi

Serie A 2018/2019, il focus: Milan, è ora di tornare grande per davvero

Dopo l’ultima stagione recuperata per i capelli da Gattuso da gennaio in poi, il Milan quest’anno ha l’obbligo (dapprima morale) di tornare grande.

I rossoneri sono reduci non da uno ma da più anni difficili che non rispecchiano la sua grandezza storica.

La Champions manca ormai dal marzo 2014, quando furono eliminati agli ottavi di finale dall’Atletico Madrid, mentre l’ultima Europa League li ha visti eliminati sempre agli ottavi contro l’Arsenal.

Il ritorno in società di Leonardo e l’arrivo finalmente di Paolo Maldini stanno dando una fiducia sempre più crescente al popolo rossonero, che ora sogna in grande.

A loro, in dirigenza, potrebbe inoltre aggiungersi un’altra leggenda come Kakà.

LEGGI ANCHE: Il Napoli di Ancelotti pronto a prendersi lo scudetto – focus

Serie A 2018/2019, il focus: gli obiettivi del Milan

Come detto, il Milan ha l’obbligo in primis morale di tornare grande.

Lo deve alla sua storia e ad una tifoseria che nell’ultimo anno ha affollato costantemente “San Siro” come non accadeva da anni nonostante le difficoltà varie.

Il mercato fatto da Leonardo dal suo ritorno in società è stato ottimo e per questo motivo l’obiettivo principale è il ritorno in Champions League.

La strada è lunga e tortuosa ma percorribile e Gennaro Gattuso ha la fiducia totale della nuova proprietà

Il Milan dovrà vedersela con diverse squadre per raggiungere la meta prefissata e dovrà mantenere la concentrazione giusta anche per fare più strada possibile in Coppa Italia ed Europa League.

Quest’ultima infatti, garantisce l’accesso diretto ai gironi di Champions alla squadra vincitrice.

LEGGI ANCHE: La Fiorentina pronta a tornare tra le big – focus

Serie A 2018/2019, il focus: il mercato del Milan

Quello del Milan è stato un mercato a due facce.

Fino a quando la squadra è rimasta in mano ai cinesi e a Fassone e Mirabelli gli unici acquisti erano stati quelli a parametro zero di Pepe Reina dal Napoli, Ivan Strinic dalla Sampdoria e Alen Halilovic dall’Amburgo.

Dall’insediamento societario di Elliott e Leonardo invece, sono arrivati Gonzalo Higuain e Mattia Caldara dalla Juventus, Diego Laxalt dal Genoa, Samu Castillejo dal Villarreal e Tiemoué Bakayoko dal Chelsea.

Hanno invece abbandonato la compagnia Carlos Bacca ora al Villarreal, Nikola Kalinic ceduto all’Atletico Madrid, Manuel Locatelli trasferitosi al Sassuolo, Leonardo Bonucci tornato alla Juventus e altri giocatori di minore rilevanza ceduti nelle serie minori o all’estero.

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOK, TWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Autore: Lorenzo Annis

Nato in Sardegna il 1° luglio del 1996, è nel Termometro Politico dal 2017. Scrive prevalentemente di sport dividendosi tra pallone e pedali, le sue più grandi passioni sportive. E-mail: [email protected]
    Tutti gli articoli di Lorenzo Annis →