pubblicato: mercoledì, 12 settembre, 2018

articolo scritto da:

Rimodulazione Wind: aumento offerte di 5 euro per fissi, come evitarlo

Rimodulazione Wind: aumento offerte 5 euro per fissi, come evitare

Rimodulazione Wind: aumento offerte di 5 euro per fissi, come evitarlo.

Rimodulazione offerte Wind di 5 euro


In autunno gli utenti Wind con offerta di telefonia fissa assisteranno a una rimodulazione delle tariffe, che riguarderà aumenti di 2,5 euro mensili. Vale a dire 5 euro ogni bimestre. Ne ha dato comunicazione la compagnia arancione, con un’informativa apposita consultabile sul sito dell’operatore. Saranno quindi aumenti piuttosto consistenti, ma trattandosi di modifiche unilaterali sul contratto, sarà possibile recedere dall’abbonamento senza penali né altri costi aggiuntivi.

Rimodulazione Wind: aumenti di 5 euro ogni 2 mesi, il comunicato

Wind giustifica in questo modo la nuova rimodulazione. “A seguito della sopravvenuta esigenza di modifica del posizionamento dell’offerta e con la necessità di consentire a Wind di continuare a fornire livelli di servizio in linea con le crescenti esigenze del mercato, a partire dal 5 ottobre 2018, il costo di alcune offerte di rete fissa sarà incrementato di 2,5 euro al mese. Tutti i clienti interessati dalla suddetta modifica riceveranno una comunicazione in fattura”. Infine viene comunicato che, nel caso in cui le promozioni in essere siano già attive sulla linea, saranno preservate fino alla loro scadenza.

Come abbiamo scritto sopra, i clienti Wind colpiti da questa rimodulazione saranno gli utenti abbonati alla rete fissa e che hanno servizi di ADSL e fibra ottica. L’informativa Wind con relativa comunicazione sarà inclusa poi nella fatture successive.

Vodafone: aumento offerte di 4 euro, come non pagare.

Rimodulazione Wind: come evitare l’aumento

La compagnia precisa che in caso il cliente non accettasse tale variazione, avrà sempre la possibilità di esercitare il diritto di recesso dal contratto; oppure passare ad altro operatore senza penali né costi di disattivazione. Il recesso dovrà avvenire entro il 4 ottobre 2018. Quindi, entro tale data, bisognerà inviare una comunicazione con la seguente causale di recesso: “Modifica delle condizioni contrattuali”. Pertanto l’invio andrà effettuato tramite raccomandata A/R all’indirizzo Wind Tre SpA – Servizio Disdette – Casella Postale 14155 – Ufficio Postale Milano 65 – 20152 Milano. Oppure via PEC all’indirizzo [email protected]. In alternativa ci si potrà recare a un punto vendita Wind autorizzato; oppure chiamare il 155, inviando richiesta da Area Clienti Wind dalla sezione Assistenza Guidata.

Chi effettua un passaggio ad altro operatore e vuole mantenere il numero, dovrà inviare la comunicazione di recesso ed effettuare la richiesta di passaggio all’altro operatore sempre entro la data del 4 ottobre 2018. In caso di acquisto rateizzato di un prodotto attualmente ancora vigente, come previsto dal piano di abbonamento, l’utente potrà scegliere se versare tutte le rate mancanti in un’unica soluzione.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Maestro unico

articolo scritto da: