pubblicato: giovedì, 27 Set, 2018

articolo scritto da:

De Biasi-Armenia: il tecnico italiano possibile nuovo CT

De Biasi Armenia

De Biasi-Armenia: il tecnico italiano possibile nuovo CT

Gianni De Biasi potrebbe essere annunciato a breve come nuovo CT della nazionale armena.

Queste sono le indiscrezioni riportate dalla sezione sportiva del sito Armeno news, secondo il quale l’ex tecnico, tra le altre, di Torino e nazionale albanese, sarebbe stato avvistato a Yerevan, capitale del paese, per portare avanti i contatti già avviati con la federazione locale.

Gli avvistamenti nella capitale armena risalgono a questa settimana.

Tutto lascia pensare che ciò rappresenti un buon segno in vista di una possibile fumata bianca nella trattativa.

Ricordiamo infatti che attualmente la nazionale armena è sprovvista di guida tecnica, essendosi dimesso dalla carica Vardan Minasyan la settimana scorsa.

LEGGI ANCHE: UFFICIALE: il VAR sarà presente in Champions League dalla prossima stagione

De Biasi-Armenia: il precedente alla guida dell’Albania è incoraggiante

Per De Biasi si tratterebbe senz’altro di un’avventura stimolante, ennesima sfida per un tecnico che non ha certamente paura di misurarsi in realtà ai nostri occhi spesso sconosciute.

Memorabile, in tal senso, la sua esperienza da CT dell’Albania, nazionale che ha allenato dal 2011 al 2017.

Durante questo lungo arco temporale infatti, il tecnico veneto ha saputo condurre un lavoro eccellente sotto tutti i punti di vista, portando la nazionale balcanica a disputare il primo grande torneo internazionale della propria storia nel 2016, con gli Europei svoltisi in Francia.

Un successo estremamente importante per il popolo albanese, raggiunto grazie al notevole lavoro svolto da De Biasi e soprattutto dal proprio staff, tra cui il vice Paolo Tramezzani.

Proprio la sua rete di collaboratori ha costruito una fitta rete di scouting in giro per l’Europa, volta a convincere promettenti giocatori di origine albanese a vestire con orgoglio la maglia dell’Albania

Tutto questo eccellente lavoro ha permesso a De Biasi di ottenere addirittura la cittadinanza onoraria del paese balcanico.

LEGGI ANCHE: Chelsea, l’avventura di Sarri in Premier League (e non solo)

De Biasi-Armenia: l’italiano potrebbe contare sul talento di Mkhitaryan

Chissà che ora l’ex tecnico del Torino non possa ottenere risultati altrettanto soddisfacenti alla guida della squadra armena.

Trattasi di una nazionale anch’essa non certamente di primo livello, ma con ampi margini di miglioramento, soprattutto vista la gran quantità di giocatori sparsi in Europa.

L’idea che De Biasi, anche in questo caso, possa dare una grossa mano al movimento calcistico del paese, è tutt’altro che infondata.

Occorre inoltre ricordare che l’allenatore italiano sarebbe anche agevolato dalla presenza in squadra di un giocatore di livello internazionale del calibro di Henrikh Mkhitaryan.

Parliamo del giocatore più importante armeno, attualmente in forza all’Arsenal e con un passato al Manchester United, al Borussia Dortmund e allo Shakhar Donetsk.

De Biasi-Armenia: il debutto potrebbe avvenire il prossimo 13 ottobre

Mkhitaryan rappresenterebbe sicuramente un’arma in più a disposizione di De Biasi per provare a centrare la promozione nella Lega C di Nations League.

Ricordiamo che in questa competizione l’Armenia è attualmente impegnata nella Lega D in un girone dove presenziano anche Macedonia, Liechtenstein e Gibilterra.

Una missione certamente non impossibile, a cui l’arrivo dell’allenatore italiano potrebbe dare un impulso decisivo.

Nei prossimi giorni vi informeremo in merito ad eventuali aggiornamenti sulla trattativa e se potremo quindi vedere all’opera De Biasi già a partire dal prossimo 13 ottobre.

In quella data l’Armenia riceverà a Yerevan la nazionale di Gibilterra.

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOKTWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: