articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Bonus 500 euro docenti 2019: riduzione slitta di un anno, la cifra

Bonus 500 euro docenti 2019 riduzione slitta di un anno, la cifra

Bonus 500 euro docenti 2019: riduzione slitta di un anno, la cifra

Riduzione bonus docenti 2019, cosa potrebbe succedere


Il bonus di 500 euro per i docenti è valido per l’aggiornamento professionale. I 500 euro sono spendibili per prodotti come libri e riviste. Ma anche per iniziative culturali come spettacoli teatrali, cinema, ingressi nei musei. E ancora iscrizioni a corsi di laurea e master universitari, a corsi per attività di aggiornamento, che siano svolti da enti qualificati o accreditati dal Miur (qui un articolo circa la validità delle scadenze negli anni passati).

Bonus 500 euro, Ministro Bussetti: “Risparmio settore scolastico”

Nei giorni scorsi alcune indiscrezioni riportate da articoli di quotidiani riferivano della volontà del Governo Conte di apportare tagli in vista della prossima finanziaria. Secondo quanto riportato si tratterebbe di tagli concentrati su scuola e università. Le variazioni sono state confermate dal ministro Bussetti che però preferisce parlare di “risparmio”.

Queste le parole del ministro: “Questo non è un taglio al settore scolastico, ma un risparmio, conseguenza di un cambiamento annunciato da tempo. Potrà essere reinvestito nel settore scolastico o contribuire a finanziare le altre misure del Governo”.

La riduzione delle risorse economiche a disposizione dovrebbe riguardare voci come il fondo di finanziamento della scuola. Ovvero il rifornimento di tutto il materiale che serve per la didattica e la gestione. Un’altra voce toccata dal ridimensionamento è quella relativa all’alternanza scuola-lavoro.

Bonus 500 euro, no alla riduzione del bonus da 500 a 400

All’interno di questi tagli una ipotesi riguarda la riduzione del bonus per l’aggiornamento professionale dei docenti da 500 a 400 euro. Invece pare che almeno per l’anno scolastico iniziato da poco 2018/2019 non ci sarà nessun cambiamento. Il bonus resterà di 500 euro. Ci sarebbe comunque stata una difficoltà pratica visto che l’importo relativo all’anno scolastico appena avviato è disponibile già dal 12 settembre. Ma non è detto che non venga attuata la riduzione il prossimo anno.

Ricordiamo chi ha diritto al bonus di 500 euro. Docenti di ruolo, a tempo pieno e part-time, nelle scuole pubbliche; i nuovi immessi in ruolo; i docenti inidonei per motivi di salute; docenti in comando, distacco e fuori ruolo e docenti delle scuole estere. E infine i docenti delle scuole militari.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: sabato, 20 Ottobre 2018