08/11/2018

Pensioni notizie oggi: lite Castelli-Fornero su Quota 100 ed età pensionabile

autore: Giuseppe Spadaro
Pensioni notizie oggi lite Castelli-Fornero su Quota 100 ed età pensionabile ok

Pensioni notizie oggi: lite Castelli-Fornero su Quota 100 ed età pensionabile

Scontro Fornero-Castelli sulle pensioni


Pensioni notizie oggi: la riforma previdenziale dell’esecutivo composto da M5S e Lega è centrale per il Governo del cambiamento. In particolare si dà seguito alla promessa fatta in campagna elettorale: rendere concreto il superamento della riforma Fornero. Moltissimi italiani sono in attesa delle nuove misure per accedere all’età pensionistica. Dal punto di vista politico si persegue l’obiettivo graduale di aumentare la flessibilità nell’uscita dal mondo del lavoro.

Pensioni notizie oggi, confronto Quota 100 ed età pensionabile

Quota 100 è il meccanismo che sarà introdotto a partire dal 2019 con cui si consentirà a chi avrà raggiunto 62 anni di età e 38 anni di contributi versati di andare in pensione secondo le finestre previste dalla nuova normativa. Proprio le finestre ed in generale l’età pensionabile sono state al centro dell’acceso confronto tra l’ex ministro del lavoro Elsa Fornero ed il sottosegretario del Ministero dell’Economia e delle Finanza Laura Castelli.

Pensioni notizie oggi, video della puntata di Di Martedì

Pensioni notizie oggi, il botta e risposta tra Castelli (M5S) e Fornero

Mentre il viceministro Laura Castelli ha espresso soddisfazione per le misure contenute nella manovra l’ex ministro Fornero ha espresso giudizi molto severi.

L’esponente del M5S ha dichiarato: “Ci sono maggiori investimenti, reddito cittadinanza, quota 100 e molto altro, come liste di attesa più corte, fondi per giovani e famiglie”. Fornero ha prontamente e polemicamente replicato: “Ci sono tutte le premesse per un aumento del debito e questo aumento del debito va a danno di quella parte del popolo che purtroppo conta meno: i giovani. Questa è una manovra contro i giovani. Con quota 100 non si cancella la nostra legge di riforma delle pensioni, cancellazione tante volte promessa, cioè i requisiti restano quelli della legge Fornero e si dà la possibilità di andare prima in pensione con una pensione più bassa. La mia legge non viene abolita. Io sarei disposta ad apprezzare anche questo governo, se dicessero meno bugie. Ma le dicono con un tale candore che qualche volta fanno anche un po’ di tenerezza”.

Pensioni notizie oggi, Castelli contro Legge Fornero “Ha fatto ammalare gli italiani”

A stretto giro è arrivata la risposta di Laura Castelli: “Se lei e il suo governo non aveste scritto quella norma scellerata, oggi non saremmo qua a parlare di questo tema. Stiamo parlando di una norma che ha fatto ammalare gli italiani. L’Italia si è ammalata con le cure del suo governo. E non mi dica che sono bugiarda, perché io coi miei colleghi ero a quel tavolo che ha formato il contratto di governo e su quell’accordo c’è scritto ‘superamento della legge Fornero’. Non mettiamo nessun ricatto con un prestito alle banche. Queste erano le norme che facevano i governi per mandare prima la gente in pensione”. Precisazione del conduttore Floris: “Questo era il governo Renzi”.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →