Pubblicato il 02/05/2019

Aumento stipendio statali 2019 sul cedolino: mesi e importi

autore: Guglielmo Sano
Aumento stipendio statali 2019 sul cedolino: mesi e importi
Aumento stipendio statali 2019 sul cedolino: mesi e importi

Stipendio statali 2019, quanto aumenta


Nella manovra è stato stanziato oltre un miliardo per l’aumento dello stipendio degli statali nel 2019. Nel 2020 le risorse a disposizione arriveranno a sfiorare il miliardo e mezzo, nel 2021 poi 1,775 miliardi saranno investiti nell’operazione. D’altra parte, quest’ultima riguarderà poco meno di 2 milioni di dipendenti pubblici in carico all’Amministrazione centrale non quelli di enti territoriali, sanità e università.

 Aumento stipendio statali: 8 euro da aprile e 14 da luglio

In linea teorica, uno stipendio pari a 32.600 euro lordi dovrebbe aumentare di 33 euro lordi al mese per 13 mensilità nel 2019. L’aumento dovrebbe essere di 41 euro lordi al mese nel 2020 e di 49 nel 2021, sempre per 13 mensilità. Tuttavia, come si diceva, ciò vale solo in teoria al momento poiché almeno 770 milioni sono già “vincolati” a voci “obbligatorie”. Nel caso in cui la cifre trovasse conferma, dunque, resterebbero solo 330 milioni per finanziare l’aumento. Detto questo, partirà sicuramente l’indennità di vacanza contrattuale che porterà agli statali 8 euro al mese in più a partire da aprile 2019 e 14 euro in più a partire da luglio 2019.

 Aumento stipendio statali: la questione dell’«elemento perequativo»

Se la manovra non fosse intervenuta sull’aumento, dopo dicembre, gli statali con gli stipendi più bassi avrebbero subito, di fatto, un “taglio” degli stipendi. Infatti, sarebbero saltati gli 85 euro di “elemento perequativo” aggiunti dopo faticose trattative. In concreto, si traducono in 16 euro in più al mese per 12 mesi. Il Sole24Ore ha calcolato che tale “ipoteca” costa 250 milioni l’anno. Tanto serve per confermare la voce per 981 mila dipendenti pubblici – la metà del totale – con gli stipendi più bassi. Tuttavia, la conferma vale anche per ospedali, regioni, comuni e università. 285 milioni l’anno per ciascun bilancio. Inoltre, altri 210 milioni sono necessari a finanziare i fondi integrativi per le specifiche attività operative di polizia e forze armate.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →