Apple card Italia: costo, operazioni consentite e come richiedere la carta

Pubblicato il 26 Marzo 2019 alle 16:04 Autore: Guglielmo Sano

Apple card: L’ultimo evento del colosso di Cupertino si preannunciava come “storico” per molti versi e, alla fine, non ha disatteso le aspettative

Apple card Italia: costo, operazioni consentite e come richiedere la carta
Apple card Italia: costo, operazioni consentite e come richiedere la carta

L’ultimo evento di Apple si preannunciava come “storico” per molti versi e, alla fine, non ha disatteso le aspettative. Il “colosso” di Cupertino pronto a lanciarsi nel mondo della distribuzione di contenuti dopo il lancio di Apple Music e Apple Pay; in arrivo anche una nuova piattaforma di streaming video, una centrata sull’editoria e un’altra dedicata al gaming oltre a una carta di credito pensata appositamente per gli utenti della Mela.

Apple card Italia: rivoluzione e passo indietro

L’Apple card sarà disponibile a partire da quest’estate e, all’inizio, solo per gli utenti statunitensi. Non si sa ancora quando sarà disponibile in Italia. Sarà in formato virtuale, andandosi quindi a integrare con Apple Pay, d’altra parte, ne potrà essere richiesta una versione fisica di color titanio e incisa con tecnologia laser. L’idea è quella di creare una vera e propria carta di credito ma escludendo tutto ciò che rende uno strumento – divenuto ormai fondamentale praticamente per tutti – in qualche modo scomodo.

Dunque, con l’Apple card si potrebbe presto dire addio a commissioni, tasse e tassi di interesse. Non avrà neanche CVV (numero identificativo) e data di scadenza. Quasi una rivoluzione ma anche, volendo, un passo indietro; dopo 4 anni dal lancio, secondo alcune stime, solo un quarto degli utenti di Cupertino ha utilizzato Apple Pay. Il portafoglio virtuale, pare di capire, va bene solo per integrare le funzionalità di una carta “concreta”. Per realizzarla, però, Apple ha dovuto necessariamente sottoscrivere un accordo con la Goldman Sachs.

Apple card Italia: cashback

Tra i maggiori vantaggi che potrebbe comportare la carta con la Mela il 3% di rimborso per gli acquisti di prodotti e servizi Apple. La percentuale di cashback si dovrebbe abbassare al 2% per gli acquisti tramite Apple Pay. In sostanza, la carta si potrà usare ovunque è accettato Apple Pay e per ogni acquisto verrà riaccreditato al cliente il 2% di quanto effettivamente speso. Insomma, con Apple Card non solo si potranno programmare le spese ricorrenti ma anche tenere conto di quanto si spende, per cosa e dove (grazie a un’integrazione con l’app Mappe). Il bilancio di ogni cliente sarà visibile sul proprio device in modo chiaro offrendo così la possibilità di ottimizzare le proprie abitudini economiche.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →