02/05/2019

L’Aquila Grandi Speranze: ambientazione e trailer, le curiosità sulla fiction

L'Aquila Grandi Speranze ambientazione e trailer, le curiosità sulla fiction
L’Aquila Grandi Speranze: ambientazione e trailer, le curiosità sulla fiction

Curiosità sulla fiction


Sono già passati dieci anni dal violento terremoto che distrusse L’Aquila, il 6 aprile 2009. Per raccontare la terribile esperienza vissuta dagli abitanti del capoluogo abruzzese, il 16 aprile su Rai 1 in prima serata andrà in onda la fiction “L’Aquila – Grandi speranze” di Marco Risi. Questa serie sarà composta da sei puntate che vedranno protagonisti, tra gli altri, gli attori Giorgio Tirabassi, Giorgio Marchesi e Donatella Finocchiaro. Andiamo a vedere insieme il trailer della fiction e dove sarà ambientata.

After: trama, cast completo e anticipazioni del film in uscita al cinema

L’Aquila Grandi Speranze: ambientazione, trama e trailer

La tanto attesa fiction, targata Rai, “L’Aquila Grandi Speranze” sta per arrivare sul piccolo schermo. La serie è ambientata un anno dopo la terribile notte del 6 aprile 2009, quando un terremoto di magnitudo 5.9 della scala Richter distrusse lo stupendo capoluogo abruzzese.

Ecco la sinossi della prima puntata della serie, dalla durata di 100′:

L’Aquila, un anno e mezzo dopo la notte del 6 aprile 2009: la città è distrutta, l’accesso al centro storico vietato. Ma Simone, Davide e i loro amici hanno tredici anni e a quell’età non esistono divieti: dopo il terremoto la “zona rossa” è diventata il loro regno. Il possesso del territorio è però insidiato da una banda rivale: tra macerie e case abbandonate, i due gruppi si fanno la guerra per conquistare il Palazzo del Governo.

I genitori di Davide, Silvia e Franco, devono far fronte a un tragico evento: la sparizione della figlia più piccola, Costanza, avvenuta la notte del terremoto. L’archiviazione del caso e la sospensione delle ricerche apre tra loro una crisi ancora più profonda.

A casa di Simone invece, Gianni ed Elena, appena tornati a vivere nel centro storico, organizzano una grande protesta che ha una sola parola d’ordine: ricostruzione.

Da poco, inoltre, a L’Aquila si è trasferito Riccardo De Angelis, un costruttore romano, giunto lì assieme a Margherita, la figlia tredicenne. La loro presenza suscita curiosità e sospetti tra gli adulti, fibrillazione tra i ragazzini che si ritrovano Margherita come compagna di classe.

L’Aquila Grandi Speranze: curiosità sulla fiction

Marco Risi, regista della fiction L’Aquila Grandi Speranze, andò a L’Aquila per la prima volta un anno e mezzo dopo il terremoto, proprio nel periodo in cui si svolge la storia della sua fiction. Dopo la sua visita, Risi ha dichiarato:

“Non conoscevo la città e non sapevo della sua bellezza, potevo soltanto immaginarla: non me ne potevo rendere conto attraversandola a piedi perché era completamente ricoperta dalle impalcature che cercavano di tenerla in piedi come uno scheletro senza muscoli. Quello che mi impressionò fu il silenzio. Sentivo il rumore dei miei passi che attraversavano la zona rossa presidiata da alcune camionette dell’esercito e avevo la percezione assolutamente nuova di essere solo in una città fantasma.”

“Mi dissi: qui devo venire a girare un film! Ma non avevo ancora precisa l’idea di che film avrei voluto girare. L’idea è arrivata cinque anni dopo con questa serie.”

Oltre ai diversi attori professionisti, hanno partecipato al progetto anche molti giovani attori aquilani. È proprio grazie a questo particolare che la fiction sarà caratterizzata da un alto livello di autenticità.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]