27/04/2019

Sondaggi politici Ipsos: Italia nell’Ue? Positivo per maggioranza italiani

autore: Guglielmo Sano
Sondaggi politici Ipsos: Italia nell’Ue? Positivo per maggioranza italiani
Sondaggi politici Ipsos: Italia nell’Ue? Positivo per maggioranza italiani

L’ultimo sondaggio di Ipsos per il Corriere della Sera approfondisce l’opinione degli italiani su molti temi riguardanti l’Europa, a partire innanzitutto dalla fiducia nell’istituzioni di Bruxelles quando ormai manca meno di un mese al prossimo voto per l’Europarlamento.

Sondaggi politici Ipsos: la frattura politica tra fiducia e sfiducia

La fiducia nell’Unione Europea degli italiani si attesta su livelli decisamente bassi; ora è al 36%, una percentuale che fa ancor più impressione se si considera che 20 anni fa il dato superava l’85%. Detto ciò, considerando soltanto chi risponde all’intervista di Ipsos, dunque escludendo coloro che hanno preferito non esprimersi, il tasso di fiducia è stimabile nella misura del 40%, due punti di percentuale in più rispetto al dato registrato nel 2017 e nel 2018.

“La frattura tra fiducia e sfiducia è soprattutto di carattere politico: la prima infatti prevale solo tra gli elettori di centrosinistra (71%) mentre la sfiducia prevale nettamente tra i pentastellati (69%) e i leghisti (68%), come pure tra gli elettori dell’opposizione di centrodestra (59%) e gli astensionisti (47%)”, arriva opportuna la precisazione di Nando Pagnoncelli, Ad di Ipsos, dalle colonne del quotidiano di Via Solferino.

D’altro canto, è necessario sottolineare a questo punto che il 45% degli italiani secondo l’istituto ritiene che l’appartenenza dell’Italia all’Ue sia un fatto positivo; il 24% pensa al contrario che sia una cosa negativa.

ultimi sondaggi, sondaggi politici elettorali, media sondaggi
Sondaggi politici Ipsos: Italia nell’Ue? Positivo per maggioranza italiani

Sondaggi politici Ipsos: si sta parlando abbastanza di Europa?

In questa campagna elettorale verso le Europee si sta parlando abbastanza, come dovrebbe essere ovvio, di Europa? Solo il 23% degli italiani risponde in modo affermativo al quesito, quindi, la stragrande maggioranza del paese pare convinto, guardando i dati Ipsos, che stia andando in scena una nuova competizione nazionale.

“La campagna elettorale si prospetta come un’occasione perduta, dato che si è parlato poco di Europa. Finora è mancata una riflessione seria sulle ragioni dell’appartenenza o meno all’Ue, spesso ci si è limitati ad affermazioni apodittiche o all’evocazione di emozioni negative pro o contro l’Ue: all’immagine di un’Europa fredda, distante e arcigna si è contrapposta la paura della fine del progetto europeo. Nessun accenno al ruolo dell’Europa nel contesto globale e multipolare, nessun riferimento a una possibile riforma della governance dell’Unione, o all’impegno a rafforzare l’Europa, come pure la maggioranza dei cittadini europei invoca, agendo di concerto su temi come la gestione dell’immigrazione, la politica energetica e ambientale, il lavoro, il fisco, la sicurezza, la politica estera, la protezione sociale” conclude commentando il sondaggio sempre Pagnoncelli.

Nota informativa:

Vedi immagine

SEGUI IL NUOVO TERMOMETRO QUOTIDIANO A QUESTO LINK.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →