15/05/2019

Liga spagnola: ultimi novanta minuti di fuoco per la Champions

autore: Lorenzo Annis
Liga spagnola ultimi novanta minuti di fuoco per la Champions
Liga spagnola: ultimi novanta minuti di fuoco per la Champions

Dopo una lunga ed estenuante stagione, anche la Liga spagnola 2018/2019 si prepara al passo d’addio. Il Barcellona è già campione da diverse settimane, Atletico e Real sicure del podio, mentre in coda Rayo e Huesca hanno già salutato la compagnia pronte al ritorno in Segunda Division. Con il Girona che – a meno di clamorosi miracoli – ha anch’esso il biglietto pronto per la seconda serie.

In tutto questo c’è ancora una lotta da mille e una notte, quella valida per l’ultimo posto disponibile per la Champions League. E questo discorso mette riguarda precisamente tre squadre: Valencia, Getafe e Siviglia.

LEGGI ANCHE: Griezmann e quell’inutile teatrino mediatico. I tifosi non lasciano correre

Liga spagnola: per la Champions ultima gara da dentro o fuori

Valencia 58, Getafe 58 e Siviglia 56. Si presentano così, ai nastri di partenza dell’ultima giornata, le tre squadre impegnate nella lotta Champions.

Il Valencia, dopo la pareggite acuta sofferta durante tutta la prima squadra di stagione, ha pian piano rimontato fino a giocarsi il tutto e per tutto questo sabato pomeriggio. I murcielagos hanno marciato a vele spiegate da gennaio in poi, ottenendo tra l’altro diciassette risultati utili consecutivi tra Liga, Copa del Rey ed Europa League. Ora – in attesa della finale di Copa contro il Barcellona del prossimo sabato 26 maggio – la squadra guidata da Marcelino dovrà vincere in quel Valladolid per strappare il secondo pass consecutivo per la Champions. Una stagione caratterizzata da molteplici infortuni che non ha però abbattuto i valenciani, i quali devono però obbligatoriamente riconfermarsi al quarto posto.

Dietro ma a pari punti troviamo quel Getafe che – al di là di come finirà – si è reso protagonista di una stagione meravigliosa. Una squadra operaia partita con l’intento di salvarsi ma che in realtà si è assestata fin dall’inizio nella zona nobile della classifica. Il sogno Champions League resta vivo, ma sarà necessario superare il Villarreal nel match casalingo e sperare che il Valencia si fermi a Valladolid.

Il terzo incomodo è il Siviglia. La squadra andalusa anche quest’anno ha faticato e non poco e per qualificarsi in Champions ha bisogno innanzitutto di vincere in casa contro quell’Athletic Bilbao che cerca un posto in Europa League e sperare che le due dirette concorrenti perdano. Un’altra esclusione dalla massima competizione europea per club complicherebbe ulteriormente i piani di una squadra che, da due stagioni a questa parte, non ha più saputo esprimersi ad alti livelli con continuità.

In caso di triplo arrivo a pari punti, il quarto posto sarebbe del Valencia, in quanto avente gli scontri diretti a favore sia con il Getafe che con il Siviglia. Ciò significa che i taronges sarebbero in Champions con un qualsiasi arrivo a pari punti, mentre tra Getafe e Siviglia – seguendo lo stesso discorso – la spunterebbero i madrileni.

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOKTWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Lorenzo Annis

Nato in Sardegna il 1° luglio del 1996, è nel Termometro Politico dal 2017. Scrive prevalentemente di sport dividendosi tra pallone e pedali, le sue più grandi passioni sportive. E-mail: [email protected]
    Tutti gli articoli di Lorenzo Annis →