Allegri lascia la Juventus: probabile sostituto e ultime notizie

Pubblicato il 17 Maggio 2019 alle 15:47 Autore: Guglielmo Sano

Allegri lascia la Juventus: annunciato il divorzio tra il tecnico livornese e la società, a pesare il ritocco di ingaggio e la visione del futuro

Allegri lascia la Juventus: probabile sostituto e ultime notizie
Allegri lascia la Juventus: probabile sostituto e ultime notizie

Allegri non sarà più l’allenatore della Juventus a partire dalla prossima stagione; l’ufficialità è già arrivata con un comunicato ufficiale, per conoscere maggiori dettagli sul divorzio bisognerà aspettare la conferenza stampa del tecnico livornese e del Presidente Agnelli di domani.

Allegri lascia la Juventus: cosa si sa

Il prosieguo del rapporto tra Allegri e la Juventus dipendeva sostanzialmente dallo scioglimento di due snodi: uno legato al ritocco verso l’alto dell’ingaggio dell’allenatore, l’altro a un maggiore coinvolgimento nella scelta dei giocatori da acquistare e vendere.

Il contratto di Allegri scadeva nel 2020, 7,5 i milioni di stipendio a stagione: la richiesta era di prendere 10 milioni a stagione per i prossimi due anni. Evidentemente l’aumento non ha trovato il favore dei vertici societari così come il progetto di Allegri sulla rosa.

L’allenatore ha chiesto un profondo rinnovamento: la società, pare di capire, ritiene necessario muoversi in modo oculato sul mercato, probabilmente, solo con alcuni innesti ad un organico che si ritiene più che competitivo.

Chi sarà il nuovo allenatore della Juve?

In realtà, il toto-panchina della Juventus è già partito da settimane: d’altra parte, per molti la decisione di prendere strade diverse di fatto era stata presa già dopo la sconfitta negli ottavi con l’Atletico Madrid (anche se il 3-0 del ritorno aveva permesso il passaggio ai quarti). In quel momento, Nedved e Paratici in primis secondo le indiscrezioni, si sono convinti della necessità di un cambio di passo.

A chi verrà affidata la Juventus del futuro? Guardiola è il sogno, Simone Inzaghi il giovane outsider, Antonio Conte l’usato sicuro, Mihajlovic era già stato a un passo dai bianconeri nel 2014. D’altra parte, Didier Deschamps non riscalda il cuore di Agnelli; nome nuovo è quello di Pochettino, poche le possibilità di vederlo allo Stadium però visto l’ingaggio da 20 milioni a stagione, spunta anche Maurizio Sarri, anche se il Milan sembra si sia mosso in anticipo e il passato del Napoli è uno scoglio difficile da superare. José Mourinho? Solo una suggestione al momento.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →