Chi è Alberto Cirio il nuovo presidente della regione Piemonte. Il curriculum

Pubblicato il 28 Maggio 2019 alle 09:10 Autore: Daniele Sforza

Alberto Cirio è il nuovo presidente della Regione Piemonte. Ecco chi è il candidato di centrodestra che ha vinto la sfida contro Chiamparino.

Chi è Alberto Cirio, nuovo presidente della Regione Piemonte
Chi è Alberto Cirio il nuovo presidente della regione Piemonte. Il curriculum

Alberto Cirio è il nuovo presidente della Regione Piemonte. All’indomani dello spoglio delle schede votate dagli elettori della Regione Piemonte, i risultati ufficiali sono i seguenti.

  • Alberto Cirio (Centrodestra): 49,85%;
  • Sergio Chiamparino (Centrosinistra): 35,80%;
  • Giorgio Bertola (Movimento 5 Stelle): 13,62%;
  • Valter Boero (Il Popolo della Famiglia): 0,73%.

Cirio ha dunque distaccato considerevolmente il presidente uscente e candidato di centrosinistra Sergio Chiamparino, diventando il nuovo presidente della Regione Piemonte. Tra le sue prime parole il riferimento alla Tav, che “si farà”. Ma andiamo a conoscere più da vicino il nuovo presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, curiosando sul suo curriculum e sulla sua biografia.

Chi è Alberto Cirio: gli studi e la vita privata

Alberto Cirio nasce a Torino il 6 dicembre 1972. È sposato con Sara ed è papà di due bambini, Emanuele e Carolina.

Si laurea all’Università degli Studi di Torino in Giurisprudenza, per poi iniziare a soli 23 anni la carriera politica. Esordisce con la Lega Nord, candidandosi consigliere comunale nel comune di Alba alle amministrative del 1995. Ottenne solo 100 voti, ma nel maggio 1995 viene nominato vicesindaco e rimane in carica per 2 anni. Ruolo che poi ricoprirà per il successivo quinquennio 1999-2004, anno quest’ultimo nel quale cambia schieramento e passa a Forza Italia.

La carriera politica di Alberto Cirio

Alle amministrative 2004 ottiene 941 preferenze ed entra nel consiglio comunale, tornando a ricoprire il ruolo di vicesindaco di Alba. Nel 2005 tenta un’altra strada: quella del Consiglio Regionale e l’anno successivo, ottenendo quasi 11 mila preferenze, viene eletto. Ad Alba ha ricoperto numerosi incarichi: è stato anche vicepresidente dell’Ente Turismo Alba, Bra, Langhe e Roero e Presidente dell’Ente Fiera Nazionale del Tartufo Bianco d’Alba (dal 2003 al 2010). È stato anche vicepresidente dell’Albese Calcio e presidente del Centro Ricreativo Bocciofila di Alba.

Alle elezioni regionali del 2010 in Piemonte Cirio si candida con il Popolo della Libertà e riceve circa 14.500 preferenze, per poi essere eletto assessore regionale all’Istruzione, Turismo e Sport. Lo step seguente è quello delle europee 2014: candidatosi con Forza Italia nella circoscrizione nord-occidentale ottiene 35.388 voti. Arriviamo dunque alle ultime Regionali, quelle che lo decretano vincitore contro il presidente uscente Sergio Chiamparino.

Durante il mandato europeo ha ricoperto ruoli nella Commissione per l’ambiente e la sanità pubblica, nella Commissione per le petizioni, e in quella per l’agricoltura e lo sviluppo rurale. Ha svolto il suo compito anche nella Delegazione alla Commissione di cooperazione parlamentare UE-Moldova, nella delegazione all’Assemblea parlamentare Euronest e, infine, nella delegazione alla Commissione di cooperazione parlamentare UE-Kazakistan, UE-Kirghizistan, UE-Uzbekistan e per le relazioni con il Tagikistan, il Turkmenistan e la Mongolia.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →