Sondaggi elettorali Lega: Euromedia “con Sea Watch cala il Pd”

Pubblicato il 5 Luglio 2019 alle 18:24
Aggiornato il: 9 Luglio 2019 alle 13:03
Autore: Giuseppe Spadaro
Sondaggi elettorali Lega: Euromedia “con Sea Watch cala il Pd”

Sondaggi elettorali Lega – Oltre ad SWG anche Alessandra Ghisleri, di Euromedia, ha parlato dell’impatto che la questione Sea Watch ha avuto sull’elettorato. Sul punto è molto influente la posizione di Salvini. E proprio la posizione del segretario della Lega è uno spartiacque per l’opinione pubblica e per l’elettorato che decide a sua volta da che parte stare.

Sondaggi elettorali Lega, Euromedia stima crescita partito Salvini e caldo PD

Secondo quanto dichiarato ai microfoni di La 7 dalla sondaggista “intanto prima della conclusione della vicenda, cioè con l’arrivo in porto della nave della Sea Watch già più del 50% degli italiani interrogati sul tema stava dalla parte di Salvini, lo difendeva. Il resto, il 25%, invece era in dubbio su chi effettivamente usasse politicamente questa vicenda ed è questo il fatto fondamentale”.

Cosa è successo dopo le vicende che hanno visto protagonista Carola Rackete? Euromedia ha “rilevato un innalzamento del consenso della Lega che – ha precisato Ghisleri – non arriva al 38% di nostri colleghi ma comunque si innalza il dato della Lega e invece il PD subisce una flessione”.

La ricercatrice si sofferma su molti altri aspetti e registra punti a favore di Matteo Salvini. “Il dato vero è che la strumentalizzazione è vista bipartisan ma meno dalla parte di Salvini. Intelligentemente per portare consenso a sè stesso ha utilizzato anche il linguaggio diciamo dei media insinuando il dubbio sulla magistratura, sulle scelte politiche. E questo è un dubbio importante perché visto il momento che stiamo vivendo è visto anche tutto la discussione che c’è intorno alla magistratura è un tema che pone una riflessione. E l’italiano viene invitato a fare questa riflessione”.

Ghisleri registra punti a favore di Salvini

Sondaggi elettorali e non solo – Infine Ghisleri ha proposto delle riflessioni più generiche sul comportamento degli elettori. “Ad esempio guardando anche la raccolta delle informazioni al di sotto dei video si legge che la gente è stata abbandonata nel momento del terremoto. Si è sentita abbandonata nel momento dello scandalo delle banche mentre invece la raccolta del PD dei soldi è arrivata in tempo e tempestivamente. È evidente – ha concluso la ricercatrice di Euromedia – che sono delle distorsioni però è altrettanto evidente che è più facile. Sono comunicazioni talmente rapide e talmente veloci che colpiscono più facilmente”.

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →