Pubblicato il 22/08/2019 Ultimo aggiornamento: 24 Agosto 2019 alle 08:49

Elenchi speciali professioni sanitarie 2019: ecco il decreto e i requisiti

autore: Linda Sogaro
Elenchi speciali professioni sanitarie 2019: ecco il decreto e i requisiti

Approvato ad agosto 2019 il decreto che istituisce i 18 elenchi speciali delle professioni sanitarie e che individua requisiti e titoli necessari per l’iscrizione, da effettuarsi entro la scadenza del 31 dicembre 2019.

Il decreto attuativo previsto dai commi 537 e 538, articolo 1, della Legge di Bilancio 2019, è stato firmato dal Ministro della Salute Giulia Grillo, che ha dichiarato come tale provvedimento abbia preservato il posto di lavoro di circa 20.000 operatori sanitari, che altrimenti sarebbero stati penalizzati “a causa di una norma pasticciata”, riferita alla riforma degli ordini precedentemente voluta dall’ex Ministro Lorenzin nel 2018.

Con l’istituzione degli elenchi speciali consentiamo a queste persone di poter continuare a fare quello che hanno sempre fatto e per cui si sono formati, senza più correre il rischio di ritrovarsi ad essere accusati di esercizio abusivo della loro professione. È un importante intervento che elimina una zona grigia e dà speranza, un gesto di rispetto per tanti lavoratori, che noi continuiamo a tutelare.

Requisiti e titoli necessari per l’iscrizione agli elenchi speciali

Uno dei requisiti fondamentali richiesti insieme al possedimento del titolo necessario allo svolgimento della professione, è l’averla esercitata per un periodo minimo di 36 mesi, anche non continuativi, negli ultimi dieci anni alla data di entrata in vigore della legge n. 145 del 2018. Requisiti che devono essere documentati:

  • dal possesso di partita IVA fin dall’inizio dell’attività libero professionale e/o la copia dei contratti delle collaborazioni espletate;
  • dalla documentazione fiscale comprovante lo svolgimento dell’attività professionale nel mese di riferimento
  • da ogni altro eventuale atto utile a dimostrare l’effettivo svolgimento dell’attività professionale dichiarata.

Questo è valido tanto per i lavoratori dipendenti di strutture sanitarie pubbliche e private, quanto per i lavoratori autonomi.

È indispensabile per l’iscrizione agli elenchi speciali ad esaurimento essere in possesso di cittadinanza italiana o di altro Paese UE, aver pieno godimento dei diritti civili, nessun carico pendente risultante dal certificato generale del casellario giudiziale, e infine residenza o domicilio professionale nella circoscrizione dell’Ordine, presso il quale sono istituiti gli elenchi speciali ad esaurimento, al quale si richiede l’iscrizione.

Elenchi speciali delle professioni sanitarie 2019: ecco quali sono

Di seguito l’elenco completo delle professioni sanitarie riconosciute:

  • per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di Tecnico sanitario di laboratorio biomedico;
  • per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di Tecnico audiometrista;
  • per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di Tecnico audioprotesista;
  • per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di Tecnico ortopedico;
  • per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di Dietista;
  • per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di Tecnico di neurofisiopatologia;
  • per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di Tecnico fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare;
  • per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di Igienista dentale;
  • per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di Fisioterapista;
  • per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di Logopedista;
  • per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di Podologo;
  • per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di Ortottista e assistente di oftalmologia;
  • per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di Terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva;
  • per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di Tecnico della riabilitazione psichiatrica;
  • per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di Terapista occupazionale;
  • per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di Educatore professionale;
  • per lo svolgimento delle attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di Tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro;
  • elenco speciale ad esaurimento dei massofisioterapisti.

Data di scadenza per l’iscrizione

Come anticipato, il termine ultimo per l’iscrizione è stato stabilito per il 31 Dicembre 2019. Secondo quanto dichiarano, in una nota, i segretari nazionali di Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, Gianluca Mezzadri, Marianna Ferruzzi e Maria Vittoria Gobbo, dato il ritardo accumulato, la data potrebbe essere soggetta a una proroga di cui si avrà notizia nei prossimi mesi.

Autore: Linda Sogaro

Laureata in "Psicopatologia Dinamica Dello Sviluppo" presso la Sapienza, Università di Roma. Specializzata in Social Media, ha collaborato con diversi blog e testate di critica teatrale. Appassionata di scrittura, psicologia e teatro, collabora con Termometro Politico da Maggio 2019.
    Tutti gli articoli di Linda Sogaro →