Elezioni regionali Umbria 2019: quando e come si vota, la guida

Pubblicato il 23 Ottobre 2019 alle 21:21
Aggiornato il: 26 Ottobre 2019 alle 15:45
Autore: Giuseppe Spadaro
Elezioni regionali Umbria 2019: quando e come si vota, la guida

Domenica 27 ottobre gli occhi della politica nazionale saranno tutti puntati sull’Umbria, ovvero la Regione chiamata al voto per l’elezione del presidente e del nuovo consiglio regionale. Si tratta della prima sfida elettorale dopo la nascita del governo Conte II. Inoltre vede per prima volta sperimentata e sottoposta all’attenzione degli elettori l’intesa tra Movimento 5 Stelle e Partito Democratico con un unico candidato presidente sostenuto da entrambe le forze politiche, insieme ad altre liste. Per il centrodestra è la prima grande occasione per mandare un segnale politico al governo in carica nato proprio sulla scorta dell’accordo tra M5S-Pd-LeU a cui si è aggiunta, dopo la sua nascita, la formazione di Renzi Italia Viva.

Elezioni Regionali Umbria 2019, come si vota

Gli oltre 700 mila umbri (703 mila) chiamati al voto potranno recarsi alle urne dalle ore 7 alle 23. Per votare è necessario che l’elettore sia munito della propria tessera elettorale e di un documento di riconoscimento valido.

Come votare? L‘elettore può esprimere il proprio voto in tre modi:

  • tracciando un segno sul nome del candidato governatore. La preferenza in questo caso viene estesa anche alla lista o alla coalizione a esso collegata;
  • votando una lista senza mettere altri segni: il voto andrà sia al partito scelto che al candidato presidente collegato;
  • barrando sia il rettangolo del candidato presidente che una lista collegata a questo compresa la preferenza: si possono esprimere sino ad un massimo di due preferenze per due candidati che appartengono alla stessa lista e devono essere di genere diverso.

Non è possibile il voto disgiunto cioè non si può votare un candidato presidente di una coalizione e una lista o un consigliere di una coalizione diversa dal presidente scelto.

La legge elettorale in vigore prevede l’elezione del candidato presidente per il candidato che ottiene un voto in più rispetto agli altri candidati presidenti in corsa. Non è dunque previsto un ballottaggio tra i primi due candidati più votati. Il consiglio regionale è composto da 20 consiglieri. Il 60% dei seggi è assegnato alla coalizione vincente. Un seggio è riservato al candidato presidente più votato, dopo quello della coalizione vincente.

I candidati e liste

Regionali Umbria: sono in totale 8 i candidati alla presidenza e 19 le liste collegate.

Donatella Tesei, candidata del centrodestra, schiera 5 liste: Tesei presidente, Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Umbria Civica.

Vincenzo Bianconi è sostenuto da altre 5 liste: Movimento 5 Stelle, Partito Democratico, Europa Verde, Bianconi per l’Umbria, Sinistra Civica Verde. Tre le liste per Claudio Ricci: Proposta Umbria, Italia Civica e Ricci presidente.

Emiliano Camuzzi è sostenuto da Potere al popolo e Partito Comunista Italia. Invece Rossano Rubicondi è espressione del Partito comunista. Martina Carletti corre con la lista Riconquistare l’Italia. Giuseppe Cirillo per il Partito delle Buone maniere e Antonio Pappalardo per la lista Gilet arancioni. Dal seguente link è possibile consultare l’elenco completo delle liste e dei candidati al consiglio regionale di ognuna di esse.

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →