Buoni fruttiferi: buono 170 CDP – Premium, interessi, rendimento e calcolo

Pubblicato il 25 Novembre 2019 alle 13:18 Autore: Daniele Sforza
Buoni fruttiferi Buono CDP Premium
Buoni fruttiferi: buono 170 CDP – Premium, interessi, rendimento e calcolo

Nell’elenco dei buoni fruttiferi postali si aggiunge ora anche il Buono 170° CDP – Premium, un investimento dedicato a chi versa nuova liquidità e a chi vuole rendimenti certi dopo 4 anni, ovvero alla scadenza del titolo. Buono 170° CDP – Premium è un buono emesso da Cassa Depositi e Prestiti e distribuito da Poste Italiane. Come tutti i buoni fruttiferi è garantito dallo Stato Italiano e permette di ottenere un rendimento dell’1% alla scadenza, ovvero dopo 4 anni.

Buoni fruttiferi: Buono 170° CDP – Premium per Nuova Liquidità

Il Buono 170° CDP – Premium è sottoscrivibile solo dalle persone fisiche che apportano nuova liquidità. Il buono è sottoscrivibile in forma dematerializzata se si è già titolare di un conto corrente BancoPosta o di un Libretto Risparmio Postale o di un altro tipo di buono fruttifero che ha la medesima intestazione del Buono 170° CDP – Premium. La sottoscrizione è possibile anche in forma cartacea se non si è titolari di quanto esplicitato sopra, e si è quindi nuovi clienti.

Ma cosa s’intende per Nuova Liquidità? Poste Italiane spiega che se si è già clienti, la nuova liquidità è costituita dalle somme versate a partire dal 15 novembre 2019, disponibili al momento dell’emissione, sui conti correnti BancoPosta e sui Libretti di Risparmio Postale che hanno la medesima intestazione del Buono 170° CDP – Premium dematerializzato. Le somme si apportano tramite bonifico bancario, assegno bancario e circolare, accredito stipendio o pensione. Nel caso si sia nuovi clienti, la nuova liquidità è costituita dalle somme apportate al momento della sottoscrizione del Buono in esame. Le nuove somme si apportano tramite versamento di contanti o versamento di assegni bancari e circolari.

Buono 170° CDP – Premium: durata e caratteristiche principali

Il Buono 170° CDP – Premium vanta una durata massima di 4 anni ed è sottoscrivibile online, tramite applicazione o fisicamente in ufficio postale. Si possono sottoscrivere somme equivalenti a 50 euro e multipli. A livello di regime fiscale, i buoni risultano esenti da imposta di successione, mentre viene applicata la ritenuta agevolata del 12,50% sugli interessi. Naturalmente andrà applicata anche l’imposta di bollo, ma solo per quei Buoni fruttiferi il cui valore di rimborso supera complessivamente 5.000 euro.

Buono 170° CDP Premium: simulazione rendimento e prescrizione buoni fruttiferi

Come abbiamo anticipato questo tipo di Buono ha una durata di 4 anni e alla scadenza offre un rendimento effettivo annuo lordo dell’1%. Se il rimborso viene richiesto prima del compimento del 4° anno, il valore del rimborso è pari a quello del valore nominale sottoscritto, al netto di eventuali oneri fiscali. A scadenza, andranno aggiunti gli interessi maturati durante la durata del Buono. Facendo una rapida simulazione, immaginiamo di sottoscrivere un importo pari a 4.000 euro e di ottenerne il rimborso alla scadenza, dopo 4 anni. Gli interessi lordi maturati ammonteranno a 162,42 euro, con ritenuta fiscale di 20,30 euro. Ciò significa che il montante liquidato equivarrà a 4.142,12 euro.

Ricordiamo infine che dal giorno successivo della scadenza, i Buoni diventano infruttiferi e i termini di prescrizione ammontano a 10 anni.

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →