Quanto guadagna Max Verstappen: stipendio, patrimonio e incassi

Pubblicato il 11 Gennaio 2020 alle 13:59
Aggiornato il: 12 Gennaio 2020 alle 23:39
Autore: Guglielmo Sano

Max Verstappen rinnova con la sua attuale scuderia, la Red Bull, fino al 2023; previsto per il pilota olandese un consistente aumento di stipendio

Monoposto Red Bull
Quanto guadagna Max Verstappen: stipendio, patrimonio e incassi

Max Verstappen rinnova con la sua attuale scuderia, la Red Bull, fino al 2023. Previsto nel contratto per il pilota olandese un consistente aumento di stipendio.

Max Verstappen: ricco rinnovo con la Red Bull

Max Verstappen rinnova con la Red Bull fino al 2023; da tempo il pilota olandese non nasconde di sentirsi pronto per insidiare seriamente il campione della Mercedes Lewis Hamilton nella lotta al titolo. La sua scuderia deve averlo rassicurato in questo senso promettendogli di essere pronta se non quest’anno al massimo nel 2021 a raggiungere il livello delle frecce d’argento. In caso contrario, in base a quanto riferivano le ultime indiscrezioni, proprio la Mercedes sembrava in pole per accaparrarselo in vista di un ritiro dell’asso del volante britannico.

Tuttavia, anche l’accordo economico raggiunto ha sicuramente giocato un ruolo importante in chiave rinnovo: Verstappen guadagnerà 40 milioni di dollari a stagione (alcuni organi di stampa riferiscono la cifra di 36 milioni di euro); senza rinnovo avrebbe guadagnato solo, per così dire, 12 milioni di dollari. L’olandese quindi diventa, insieme al ferrarista Sebastian Vettel (che dal canto suo ha vinto quattro titoli mondiali), il secondo pilota più pagato del paddock: in testa c’è infatti ancora Lewis Hamilton che guadagna 45 milioni di euro a stagione.

Red Bull pronta per vincere il mondiale

Per alcuni addetti ai lavori, dopo ben 6 anni di dominio praticamente assoluto, l’era Mercedes potrebbe essere giunta al termine. Chi ne erediterà lo scettro? Quando sarà il momento, la Red Bull vorrà farsi trovare pronta. Almeno ne è sicuro Max Verstappen che a tal proposito giusto una settimana fa dichiarava sornione: “la direzione è quella giusta, dipende solo da quanto riusciremo a migliorare la macchina. So dove possiamo arrivare, spero sia abbastanza per vincere”.

Il messaggio tra le righe è rivolto alla Honda, che ha cominciato a fornire i motori alla Red Bull l’anno scorso: “il 2019 è stato un anno positivo e abbiamo ottenuto il massimo che si poteva, ma se vogliamo lottare per il titolo dobbiamo essere subito veloci”. Solo dopo un rodaggio di diverse gare la Red Bull ha cominciato a ingranare, Verstappen chiede dunque alla casa giapponese maggiore stabilità. Di certo, la Honda proverà a metterlo da subito nelle migliori condizioni nella lotta al titolo, una volontà testimoniata dal fatto che pagherà una parte del suo lauto stipendio.

Ferrari F1 2020: anticipazioni e come potrebbe essere il nuovo modello

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →