Quanto guadagna un avvocato con il gratuito patrocinio e stipendio

Pubblicato il 14 Gennaio 2020 alle 11:25
Aggiornato il: 15 Gennaio 2020 alle 20:53
Autore: Daniele Sforza

Quanto guadagna un avvocato con il gratuito patrocinio nel civile e nel penale e a quanto ammonta il suo stipendio? Ecco tutti i dati.

Quanto guadagna un avvocato con gratuito patrocinio
Quanto guadagna un avvocato con il gratuito patrocinio e stipendio

Il ministero della Giustizia ha presentato i dati della relazione sul gratuito patrocinio dello Stato, relativamente ai procedimenti civili e penali. Stando a tali dati, emersi dalla relazione biennale del Ministero della Giustizia, la parcella di un avvocato corrisponde a 429 euro, mentre con il procedimento penale si arriva a 798 euro.

Quanto guadagna un avvocato in patrocinio gratuito

Come riporta la relazione, nel 2018 la spesa relativa alle parcelle nei processi civili e penali è equivalsa a 282 milioni di euro, con un aumento medio annuo di 20 milioni di euro circa. Per ciò che concerne la parcella media di un avvocato col gratuito patrocinio nel civile, si parla di 429,81 euro nel dettaglio, mentre nel penale, come abbiamo anticipato, si arriva a 798 euro. L’importo nel civile (109 milioni di euro) è stato minore di quello versato nel penale (173 milioni).

Esame avvocato 2019: abbinamento corti d’appello, quando esce

Da qui si passa ai veri importi, come riferisce Studio Cataldi riportando le analisi del responsabile dell’ufficio legislativo del Movimento forense Alberto Vigani. La parcella media singola nel settore civile arriva così a 546,40 euro, mentre quella nel settore penale corrisponde a 1.012,96 euro (le cifre sono da intendersi al lordo di Iva). In questo modo la parcella media nel civile corrisponde a 447,54 euro e nel penale corrisponde a 830,33 euro. Ma togliendo gli importi della Cassa di previdenza nel civile e nel penale si arriva alle cifre sopraccitate, ovvero rispettivamente 429,81 euro e 798,08 euro, somme da cui vanno dedotte le spese e la cui parte residua è soggetta all’Irpef.

Avvocato gratuito patrocinio: a chi spetta e requisiti

Si ricorda che hanno diritto all’avvocato in gratuito patrocinio nel 2020 i seguenti soggetti:

  • Cittadini italiani;
  • Stranieri regolarmente soggiornanti sul territorio italiane;
  • Persone emigrate all’estero prive di cittadinanza;
  • Enti o associazioni che non perseguono fini di lucro.

Avvocato in affitto 2019: come funziona e quanto costa. Le novità

I requisiti richiesti riguardano il limite reddituale, che non deve essere superiore a 11.493,82 euro. In caso di convivenza con il coniuge o con altri familiari, la soglia reddituale subisce un incremento di 1.032,91 euro per ogni familiare convivente.

Infine, stando ai dati della relazione le domande presentate dagli stranieri per l’avvocato in patrocinio gratuito sono cresciute considerevolmente nell’ultimo mezzo secolo. In particolare nel penale rappresentano oggi il 60% della somma complessiva.

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →