Moneta fosforescente: come averla, novità e com’è fatta

Pubblicato il 16 Gennaio 2020 alle 14:53
Aggiornato il: 18 Gennaio 2020 alle 16:09
Autore: Daniele Sforza

Nuove monete da collezione direttamente dalla Zecca dello Stato, tra cui la moneta fosforescente, una novità assoluta. Ecco com’è fatta.

Pila di monete
Moneta fosforescente: come averla, novità e com’è fatta

Le eccellenze e la genialità di un Paese come l’Italia: questo l’omaggio della Zecca dello Stato nella coniazione delle nuove monete da collezione, presentate recentemente nel vecchio edificio che ospitava l’Istituto Poligrafico in via di Principe Umberto.

Moneta fosforescente dalla Zecca dello Stato: come funziona

Tra i volti e i simboli più importanti del nostro Paese (da Marco Aurelio a Maria Montessori, per il 150° anniversario della nascita, trova spazio anche la pizza e c’è posto pure per i Vigili del fuoco, per l’80° anniversario) spicca anche la moneta fosforescente, una nuova proposta, una “novità assoluta”, per raccontarla con le parole dell’incisore Silvia Petrassi. Una moneta che al buio si illumina, se opportunamente esposta. La moneta si carica infatti con la luce elettrica, che le permette di brillare al buio e quindi farsi vedere.

Moneta fosforescente: quanto costa

La moneta fosforescente è quindi un prodotto inedito nel panorama delle monete da collezione, che si va ad aggiungere alle monete colorate. Inoltre il simbolo di questa moneta è evidente, visto che rappresenta la sostenibilità ambientale, nonché la salute di flora e fauna. Per il responsabile commerciale del Poligrafico Matteo Taglienti le monete sono coniate dalla Zecca di Stato “e quindi possono essere usate anche per comprare un caffè”, le sue parole riportate da Repubblica. Tuttavia queste monete hanno un valore: “ad esempio, nel caso della moneta con la tigre, di 37 euro, il caffè costerebbe caro”.

La moneta fosforescente all’insegna della sostenibilità ambientale

La moneta con la tigre, del valore di 37 euro, è per l’appunto la moneta fosforescente di cui sopra. All’insegna di un tema più che mai attuale e finalizzato alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica sullo stesso, quello della sostenibilità ambientale è uno degli ultimi percorsi narrativi che la Zecca di Stato ha deciso di intraprendere per arricchire la Collezione Numismatica anche di tematiche attuali e importanti. A tal proposito va citata anche la moneta che celebra la pizza e la mozzarella, inizio di un percorso narrativo che andrà a esplorare le eccellenze dell’enogastronomia regionale, e la Olivetti 22.

Documento unico di circolazione 2020: cosa cambia e novità

Collezione sul web

Il direttore generale del Tesoro Alessandro Rivera ha detto che il 2019 “è stato un anno di innovazione per la nostra numismatica che ha portato la Zecca italiana tra le pochissime al mondo a riuscire a coniare e promuovere l’intera collezione già a inizio anno, e a renderla disponibile sul web”. Ciò ha portato a un incremento delle vendite del 15% rispetto al 2018, estendendo anche la platea degli appassionati collezionisti, rappresentati soprattutto dalle nuove generazioni.

Un decennio all’insegna del genio italiano

L’Ad dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, Paolo Aielli, ha affermato, infine, che “la selezione di quest’anno apre un nuovo decennio all’insegna della sostenibilità, della bona gastronomia e della celebrazione del genio italiano che si rinnova nei secoli”.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →