Sondaggi politici Ipsos: riforma prescrizione, 59% italiani favorevoli

Pubblicato il 10 Febbraio 2020 alle 16:35 Autore: Andrea Turco

E’ questa l’indicazione che arriva dai sondaggi politici Ipsos realizzati per il Corriere della Sera sul tema che sta dividendo la maggioranza di governo

sondaggi politici ipsos, prescrizione
Sondaggi politici Ipsos: riforma prescrizione, 59% italiani favorevoli

La riforma della prescrizione piace al 59% degli italiani ma solo il 5% la conosce nei dettagli. È questa l’indicazione che arriva dai sondaggi politici Ipsos realizzati per il Corriere della Sera sul tema che sta dividendo la maggioranza di governo. In realtà, un accordo sarebbe stato trovato nel weekend. Prevede che il cosiddetto lodo Conte bis sia inserito come emendamento nel decreto Milleproroghe su cui l’esecutivo porrà la fiducia. In questo modo, lo stop alla prescrizione verrebbe applicato solo ai condannati in primo e secondo grado. Sul testo ci sarebbe la convergenza anche di Italia viva, il partito più restio alla riforma voluta dal ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede. Sull’argomento, Ipsos ha provato ad interrogare gli italiani.

Solo il 5% dei cittadini conosce nei dettagli la riforma della prescrizione. Tra chi è informato, il 59% approva la riforma voluta da Bonafede.

Sondaggi politici Ipsos: prescrizione, l’opinione degli italiani

La maggioranza di loro (57%) ritiene la prescrizione una scappatoia che consente ai colpevoli di evitare la condanna: meglio quindi toglierla o allungarla. Solo il 20% la considera una garanzia per gli imputati che altrimenti rischiano di restare sotto processo per un lungo, lunghissimo periodo. A condividere quest’affermazione è soprattutto l’elettorato di centrodestra che fa riferimento a Forza Italia e Fratelli d’Italia (44%) da sempre garantista.

Il 49% degli intervistati afferma di essere favorevole allo stop della prescrizione in quanto restituisce una maggior certezza della pena, dando al processo una maggiore efficacia. Di tutt’altro avviso il 25% dei rispondenti secondo cui lo stop alla prescrizione rischia di determinare una perdita di efficienza degli uffici giudiziari, con un aumento di processi lunghi.

Come detto all’inizio, sulla prescrizione si sta giocando una battaglia di trincea tra M5S e Italia viva, con Pd e LeU nel ruolo di mediatori. Il rischio crisi è sempre dietro l’angolo. Un’eventualità del genere viene auspicata dal 26% degli italiani (60% elettori leghisti) mentre viene allontanata dal 32% secondo cui una crisi ora sarebbe negativa. Il 19% non vede altro sbocco che la crisi: il governo, per quanto abbia fatto anche cose buone, è troppo diviso.

sondaggi politici ipsos, prescrizione
Fonte: Ipsos

Sondaggi politici Ipsos: nota metodologica

Sondaggio realizzato da Ipsos per il Corriere della Sera presso un campione casuale nazionale rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne secondo genere, età, livello di scolarità, area geografica di residenza, dimensione del comune di residenza. Sono state realizzate 1.000 interviste (su 5.386 contatti) condotte mediante mixed mode Cati/Cawi/Cami tra il 4 e il 5 febbraio 2020.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Andrea Turco

Classe 1986, dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano approda a Termometro Politico.. Dal gennaio 2014 collabora con il portale d'informazione Smartweek. Su Twitter è @andreaturcomi
Tutti gli articoli di Andrea Turco →