Regime Forfettario 2020: indicazioni Agenzia Entrate online, ecco i dettagli

Pubblicato il 17 Febbraio 2020 alle 12:59
Aggiornato il: 18 Febbraio 2020 alle 23:06
Autore: Daniele Sforza

Come funziona il regime forfettario 2020: l’Agenzia delle Entrate fornisce tutte le indicazioni con una recente risoluzione.

Regime forfettario 2020 indicazioni Agenzia Entrate
Regime Forfettario 2020: indicazioni Agenzia Entrate online, ecco i dettagli

L’ultima Legge di Bilancio ha introdotto delle modifiche rilevanti per quanto riguarda le regole del regime forfettario per il 2020. La Risoluzione n. 7/e dell’11 febbraio 2020 dell’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti e indicazioni a proposito del regime forfettario 2020, elencando le modifiche ai requisiti di accesso per quest’anno e le cause di esclusione introdotte dalla Legge di Bilancio. L’Agenzia delle Entrate prende quindi come riferimento la Legge di Bilancio 2020, articolo 1, comma 692, dove sono indicate le modifiche apportate alla disciplina del regime forfettario relativamente a requisiti e cause di esclusione. Vediamo nello specifico di cosa si tratta.

Regime forfettario 2020: requisiti di accesso e cause di esclusione

La Risoluzione elenca i requisiti di accesso per aderire al regime forfettario nel 2020, a cui possono accedere tutti i lavoratori autonomi che:

  • Non hanno ricevuto compensi superiori a 65.000 euro;
  • Hanno sostenuto spese non superiori a 20.000 euro lordi per lavoro accessorio, lavoro dipendente e compensi erogati a collaboratori anche assunti per l’esecuzione di progetti specifici. Sono comprese nella cifra anche le somme erogate in forma di utili da partecipazione agli associati e le spese per prestazioni di lavoro prestato dall’imprenditore o dai suoi familiari;
  • Nel 2019 hanno percepito compensi da lavoro dipendente e assimilati non superiori a 30.000 euro.

Per quanto riguarda le cause di esclusione, si prevede pertanto il caso in cui il soggetto ha percepito redditi di lavoro dipendente o assimilati di importo superiore a 30.000 euro lordi. Questo significa che chi nel 2019 ha percepito un reddito da lavoro dipendente o assimilato superiore a 30.000 euro lordi, nel 2020 non potrà accedere al regime agevolato.

All’eventuale fuoriuscita dal regime forfettario seguirà l’adozione del regime ordinario, con i relativi adempimenti.

Concludendo, l’Agenzia delle Entrate precisa che in riferimento all’eventuale opposizione tra le nuove regole con l’art. 3 dello Statuto dei diritti del contribuenti, le modifiche apportate al regime con la Legge di Bilancio 2020 non impongono alcun adempimento immediato.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →