Legge 104 e permessi: quando si possono fare gli straordinari?

Pubblicato il 21 Febbraio 2020 alle 09:05 Autore: Daniele Sforza

I permessi Legge 104 sono compatibili con gli straordinari? La risposta sembra quasi scontata, ma andiamo a vedere come funziona.

Legge 104 permessi e straordinari quando
Legge 104 e permessi: quando si possono fare gli straordinari?

I lavoratori che usufruiscono dei permessi Legge 104 per assistere un familiare in condizioni di grave disabilità possono richiedere ore di lavoro straordinario? Questa è una domanda che è stata anche oggetto di una circolare del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, sebbene la risposta risulti piuttosto scontata.

Non può esserci coincidenza tra permessi 104 e straordinari

Ovviamente non può esserci coincidenza tra i permessi retribuiti garantiti dalla Legge 104 e le ore di straordinario. Ovvero, detto in altre parole, lo stesso lavoratore (disabile o familiare del disabile) non può godere del giorno di permesso retribuito (tra i 3 mensili consentiti) e al tempo stesso richiedere ore di lavoro straordinario nella stessa giornata: è un ovvio controsenso e una contraddizione in termini.

Legge 104: permessi e straordinari, cosa dice il Ministero del Lavoro

Come abbiamo scritto prima, il tema è stato anche oggetto della circolare n. 49/04 emanata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Qui troviamo scritto quanto segue: “Pur se l’attuale normativa non affronta in maniera esplicita la questione della compatibilità tra i permessi lavorativi di cui all’art. 33 Legge 104/92 e il lavoro straordinario, risulta evidente la contraddizione tra la richiesta di una riduzione di orario di lavoro e il contemporaneo svolgimento di ore di lavoro straordinario nello stesso giorno”. L’incompatibilità delle due cose nello stesso giorno risulta chiaro, ma nella circolare si precisa comunque che tale indicazione non riveste carattere assoluto e che pertanto “non è escluso che il lavoratore disabile che usufruisca dei permessi a ore, possa eccezionalmente effettuare lavoro straordinario se preventivamente autorizzato dal datore di lavoro”.

Infatti, nell’eventualità in cui il soggetto disabile opti per la fruizione dei permessi (3 giorni retribuiti al mese) non si manifesterebbe una contraddizione in termini, perché “nelle giornate in cui il lavoratore presta servizio, lo stesso effettuerebbe l’intero orario lavorativo, con possibilità, quindi, al pari degli altri dipendenti, di richiedere l’autorizzazione allo straordinario”. E ciò è valido sia per il lavoratore disabile sia per il lavoratore che assiste il familiare disabile.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →