Pensioni ultima ora: chiesto aumento assegno di invalidità

Pubblicato il 21 Maggio 2020 alle 18:06
Aggiornato il: 24 Maggio 2020 alle 22:32
Autore: Giuseppe Spadaro

Pensioni ultima ora: la leader dell’opposizione Giorgia Meloni critica con l’esecutivo per i pochi fondi da destinare alle persone con disabilità.

Screen del video della pagina youtube di Fratelli d'Italia con l'intervento di Giorgia Meloni
Pensioni ultima ora: chiesto aumento assegno di invalidità

Pensioni ultima ora – Battaglia di Fratelli d’Italia per l’aumento dell’assegno di invalidità. In linea con quanto richiesto da tempo da molte associazioni impegnate sulla tematica, la leader dell’opposizione Giorgia Meloni ha polemizzato con la scelta dell’esecutivo di destinare nel Decreto Rilancio una somma a favore dei disabili ritenuta troppo bassa a fronte di altre misure per le quali sono stati stanziati maggiori fondi.

Pensioni ultima ora, Meloni critica nei confronti del Governo Conte

Nel corso delll’informativa urgente alla Camera dei Deputati sulle misure per la nuova fase legate all’emergenza epidemiologica da Covid-19 Meloni ha fatto presente al presidente del Consiglio Conte la necessità di aumentare i fondi a disposizione dei disabili.

Nelle ore precedenti aveva già parlato dell’argomento nell’intervento pubblicato sul sito redattoresociale. Ecco le sue parole: “Le persone con disabilità gravi o plurime e soprattutto le loro famiglie sono tra quelli che sono stati doppiamente colpiti dalle restrizioni dovute al coronavirus: alle difficoltà che affrontano già normalmente nella loro vita si sono aggiunte quelle correlate ai divieti di contatti sociali e di movimento e, quindi, all’interruzione dell’assistenza sociale, sanitaria e ai trattamenti terapeutici che, negli anni, hanno consentito e sostenuto importanti conquiste di autonomia e che ora sono drammaticamente a rischio”.

Meloni contro “l’indifferenza del Governo Conte nei confronti delle persone con disabilità”

Pensioni ultima ora – Nello stesso intervento Meloni si è scagliata contro “l’indifferenza del Governo e dei sedicenti esperti nei confronti delle persone con disabilità e delle loro continue richieste di aiuto, che noi di Fratelli d’Italia abbiamo cercato di riportare nelle nostre proposte. In Parlamento – ha aggiunto la leader di Fratelli d’Italia – abbiamo presentato all’attenzione del governo molte proposte. Abbiamo da subito chiesto un bonus di 600 euro da destinare alle persone con disabilità, ma non è stato preso in considerazione. Anzi per il Governo la disabilità sembra quasi una discriminante per escludere la possibilità di ricevere il bonus previsto per le categorie degli autonomi e delle partite Iva. Se sei un autonomo e se hai anche una disabilità, allora non puoi avere i 600 euro perché magari non sei in grado di svolgere le stesse attività di un autonomo o professionista che non ha una disabilità”.

Il riferimento è non cumulabilità fra l’indennizzo di 600 euro previsto dal decreto Cura Italia e l’assegno ordinario di invalidità, misura di natura previdenziale riservata ai lavoratori la cui capacità lavorativa risulti ridotta a meno di un terzo a causa di un’accertata infermità di natura fisica o mentale (è invece possibile ricevere il bonus di 600 euro se si percepisce l’assegno di invalidità civile, e più in generale le prestazioni di natura assistenziale riconosciute agli invalidi civili, ciechi civili e sordi civili).

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →