Elezioni regionali 2020: data, quando si vota e in quali regioni

Pubblicato il 11 Giugno 2020 alle 11:56
Aggiornato il: 24 Giugno 2020 alle 23:29
Autore: Guglielmo Sano

Per via dell’emergenza sanitaria, hanno subito uno slittamento anche quelle relative alle elezioni regionali previste per il 2020

Elezioni regionali 2020: data, quando si vota e in quali regioni
Elezioni regionali 2020: data, quando si vota e in quali regioni

Per via dell’emergenza sanitaria legata alla diffusione del nuovo coronavirus, tra molte altre scadenze, hanno subito uno slittamento anche quelle relative alle elezioni regionali previste per il 2020.

Sondaggi politici Demos: Nord Est diviso sulla data delle elezioni regionali

Elezioni regionali: non prima dell’autunno

Nel corso del 2020 è previsto lo svolgimento di 9 elezioni regionali: in Emilia Romagna e Calabria si è già votato, il 26 gennaio, rimangono quindi Veneto, Campania, Toscana, Liguria, Marche, Puglia e Valle D’Aosta (che si è aggiunta alla lista dopo le dimissioni dell’ex presidente Fosson). Tuttavia, la calendarizzazione iniziale ha subito uno slittamento a causa della crisi sanitaria, dunque, molti governatori hanno fatto pressing sul governo perché si riaprissero le urne già a fine luglio, alla fine però si è scelto di non tornare ai seggi prima del 20 o del 21 settembre (o comunque dell’autunno). Tra l’altro, sempre nella stessa data dovrebbero tenersi anche le votazioni relative al primo turno delle amministrative e al referendum sul taglio dei parlamentari.  

Sondaggi Winpoll: Covid19, il 59% degli italiani spinge per nuove elezioni

Quando si tornerà alle urne?

Nel novero delle norme varate nel contesto dell’emergenza coronavirus è comparso anche un regolamento sullo slittamento delle regionali 2020. Con esso si è disposto “che gli organi elettivi regionali a statuto ordinario il cui rinnovo è previsto entro il 2 agosto 2020 durino in carica 5 anni e 3 mesi e che le elezioni si svolgano nei 60 giorni successivi a tale termine o nella domenica compresa nei sei giorni ulteriori”. In base a tale prescrizione viene avvalorata da molti esperti l’ipotesi di tenere un election day – che accorperebbe, come si diceva, amministrative, referendum sul taglio dei parlamentari e regionali –  tra il 20 e il 21 settembre.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →