Sondaggi elettorali EMG, una lista Conte prenderebbe quanto il PD

Pubblicato il 12 Giugno 2020 alle 17:28
Aggiornato il: 29 Giugno 2020 alle 13:59
Autore: Gianni Balduzzi

Sondaggi elettorali EMG, un lista Conte arriverebbe al 15%, assorbendo voti soprattutto da PD e M5S, ma qualcosa anche dall’opposizione

sondaggi elettorali Emg
Sondaggi elettorali EMG, una lista Conte prenderebbe quanto il PD

La novità principale contenuta negli ultimi sondaggi elettorali di EMG per Agorà risiede in un esperimento che già altri istituti hanno fatto, ovvero inserire una lista Conte tra i partiti da scegliere.

Se ne parla da un po’, e del resto si tratta di un classico ipotizzare la formazione di un partito del premier quando quest’ultimo è tecnico. È già successo con Dini e Monti, perché non con Conte?

Ebbene a oggi una sua lista andrebbe benissimo, raccoglierebbe bene il 15% dei voti, quasi come il Pd che calerebbe al 15,1%, e più del Movimento 5 Stelle, che cadrebbe al 10,7%.

Nel complesso i partiti della maggioranza andrebbero al 46,9%, contro il 43,1% attuale, segno che vi sarebbe un probabile afflusso di consenso anche da parte dell’opposizione.

Per esempio la Lega, che cala questa settimana del 0,4% al 26,8%, andrebbe con la presenza della lista Conte al 25,6%. Fratelli d’Italia, che va dal 14,5% al 14,2%, scenderebbe al 3%. Forza Italia, piuttosto stabile al 7%, diminuirebbe al 6,1%. Il PD, ora al 20%, perderebbe quasi 5 punti.

Il Movimento 5 Stelle dal 16% scenderebbe del 5,3%. Perderebbe un punto anche Italia Viva andando dal 5% al 4%, mentre la Sinistra rimarrebbe uguale al 2,1%. Come +Europa all’1,5%.

Azione invece dal 3% tondo arretrerebbe al 2,7%, e I Verdi passerebbero dall’ 1,5% all’1,4%

sondaggi elettorali
Fonte: Agorà
sondaggi elettorali
Fonte: Agorà
sondaggi elettorali
Fonte: Agorà

Non è forse un caso che Conte rimanga stabilmente in testa a livello di fiducia nei leader, con un 43%, in crescita di un punto rispetto a settimana scorsa, davanti a Meloni al 36% e a Salvini al 34%.

Su di un punto anche Calenda e Toti.

sondaggi elettorali
Fonte: Agorà

Il governo è invece stazionario: secondo i sondaggi elettorali di EMG rimane al 35% di gradimento mentre salgono dal 45% al 47% coloro che esprimono un giudizio negativo.

sondaggi elettorali
Fonte: Agorà

Sondaggi elettorali EMG, italiani spaccati sugli Stati Generali

C’è spaccatura invece sugli Stati Generali proposti dal premier sull’economia. Per il 37%, che diventa il 59% e il 76% rispettivamente tra gli elettori di Lega e Fratelli d’Italia, si tratta di un’inutile perdita di tempo, per il 35% possono essere utili. In particolare sono favorevoli, al 76% i democratici, meno i pentastellati, molto indecisi su questo.

sondaggi elettorali
Fonte: Agorà

Proprio sul futuro dell’economia gli italiani sono in realtà pessimisti. Per il 63% ci aspetta un autunno difficile. Solo il 23% è invece ottimista e pensa che il peggio sia passato.

sondaggi elettorali
Fonte: Agorà

È stata fatta anche una domanda, infine, sul caso Floyd.

Secondo il 58% degli italiani, che diventa il 34% tra gli elettori di FdI e il 78% tra quelli PD quello del razzismo è un problema anche italiano. Per il 36% invece è specificatamente americano.

sondaggi elettorali
Fonte: Agorà

I sondaggi elettorali sono stati fatti su un panel telematico di 1624 soggetti il 9 giugno

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Gianni Balduzzi

Editorialista di Termometro Politico, esperto e appassionato di economia, cattolico- liberale, da sempre appassionato di politica ma senza mai prenderla troppo seriamente. "Mai troppo zelo", diceva il grande Talleyrand. Su Twitter è @Iannis2003
Tutti gli articoli di Gianni Balduzzi →