Sondaggi politici Demos&Pi: la crisi economica fa più paura dei migranti

Pubblicato il 18 Giugno 2020 alle 15:32
Aggiornato il: 6 Luglio 2020 alle 13:21
Autore: Andrea Turco

Secondo i sondaggi politici Demos&Pi, la pandemia ha stravolto l’agenda politica dei partiti e rimescolato l’ordine di priorità dei cittadini

sondaggi politici demos, sondaggi elettorali demos
Sondaggi politici Demos& Pi: la crisi economica fa più paura dei migranti

Sondaggi politici – Sembrano passati anni da quando l’immigrazione era una delle principali preoccupazioni degli italiani. Eppure sono trascorsi solo 12 mesi dalla battaglia mediatica ingaggiata dall’allora ministro dell’interno Matteo Salvini contro le Ong per bloccare i cosiddetti taxi del mare (copyright Luigi Di Maio) che trasportavano e trasportano tutt’ora disperati sulle coste italiane. Su quella politica anti migratoria il leader della Lega ha costruito il suo enorme consenso che ha portato il Carroccio ad ottenere il 34,2% dei voti alle europee del 2019. Consensi che hanno cominciato a calare dopo la caduta del governo giallo verde che ha portato alla nascita del Conte bis a trazione Pd-M5S. L’avvento della pandemia Covid-19 in Italia ha, infine, stravolto l’agenda politica dei partiti e rimescolato l’ordine di priorità dei cittadini.

ultimi sondaggi, sondaggi politici elettorali, media sondaggi

Sondaggi politici Demos&Pi: la crisi economica fa più paura dei migranti

Questa rimodulazione delle priorità è stata al centro di un sondaggio condotto da Demos& Pi per Repubblica. Dall’indagine emerge che in cima alle preoccupazioni degli italiani ci sono adesso temi economici (39%), seguiti da argomenti concernenti l’inefficienza e la corruzione politica (28%) e fatti relativi al contrasto della criminalità (10%). L’immigrazione è invece scivolata al quarto posto tra i problemi più importanti che il Paese deve affrontare (9%).

Infine, rispetto al giugno 2018 quando il governo giallo verde ha visto la luce, la paura dell’immigrato in quanto pericolo per l’ordine pubblico e la sicurezza delle persone è scesa dal 41% al 33% odierno (maggio 2020).

Nota metodologica

Il sondaggio è stato realizzato nell’ambito dell’Osservatorio Europeo sulla Sicurezza, una iniziativa di Demos & Pi e Fondazione Unipolis. La rilevazione è stata condotta nei giorni 18 – 21 maggio 2020 da Demetra con metodo mixed mode (Cati – Cami – Cawi). Il campione nazionale intervistato (N=1.025, rifiuti/sostituzioni/inviti: 7.611) è rappresentativo per i caratteri socio-demografici e la distribuzione territoriale della popolazione italiana di età superiore ai 18 anni (margine di errore 3.1%).

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Andrea Turco

Classe 1986, dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano approda a Termometro Politico.. Dal gennaio 2014 collabora con il portale d'informazione Smartweek. Su Twitter è @andreaturcomi
Tutti gli articoli di Andrea Turco →