Concorso Ministero della Salute a tempo indeterminato: requisiti e domanda

Pubblicato il 24 Luglio 2020 alle 15:12 Autore: Daniele Sforza

I requisiti richiesti per la partecipazione al concorso Ministero della Salute per l’assunzione a tempo indeterminato e come presentare la domanda.

Concorso Ministero della Salute tempo indeterminato
Concorso Ministero della Salute a tempo indeterminato: requisiti e domanda

Sono stati indetti nuovi bandi di concorso Ministero della Salute per dirigenti finalizzati all’assunzione con contratto full time e a tempo indeterminato. Dopo la pubblicazione del bando in Gazzetta Ufficiale è possibile sapere di più sui posti disponibili, i requisiti richiesti e le modalità di presentazione della domanda, nonché entro quando bisogna farla.

Concorso Ministero della Salute: posti richiesti e profili

Sono 11 i posti di dirigenti di livello non generale in palio dai bandi di concorso pubblicati in Gazzetta e sono ripartiti così di seguito:

  • Dirigente economista sanitario: 2;
  • Dirigente statistico: 2;
  • Dirigente ingegnere biomedico: 1;
  • Dirigente ingegnere industriale: 1;
  • Dirigente ingegnere ambientale: 1;
  • Dirigente sanitario medico: 4.

Concorso Ministero della Salute: i requisiti

Per partecipare al concorso del Ministero della Salute bisogna essere in possesso dei requisiti generici richiesti per la partecipazione ai concorsi pubblici. E dunque avere la cittadinanza italiana, godere dei diritti civili e politici, avere un’età inferiore a 18 anni, essere fisicamente idoneo allo svolgimento delle mansioni previste, risultare regolare nei confronti degli obblighi militari, non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione, non essere stati esclusi dall’elettorato attivo, non aver riportato condanne penali. Inoltre sarà necessario possedere la laurea e conoscere la lingua inglese, competenza che sarà accertata in occasione della prova orale, nonché avere competenze informatiche base. Per i dirigenti ingegneri è richiesta anche l’abilitazione allo svolgimento della professione di ingegnere.

Le prove

Nell’eventualità il numero dei candidati sia molto elevato, potrebbe esserci la consueta prova preselettiva. Quest’ultima andrà a precedere le due prove scritte effettive (di carattere teorico la prima, di carattere pratico la seconda) e il colloquio orale che verterà sulle materie esaminate durante la prova scritta.

Concorso centri per l’impiego 2020: requisiti, bandi e dove si fanno

Come presentare la domanda ed entro quando

Gli aspiranti candidati agli 11 posti dirigenziali presso il Ministero della salute potranno inviare la propria candidatura a partire dal 22 luglio e fino alle ore 12.00 di mercoledì 5 agosto. La domanda andrà presentata esclusivamente in via telematica, tramite il portale del Ministero della Salute. I candidati dovranno avere un indirizzo PEC attivo. Per partecipare al concorso è richiesto inoltre il pagamento di un contributo di segreteria pari a 10 euro, da inviare tramite bonifico alla Tesoreria di Roma (codice Iban: IT68C01000003245348020350004) e con causale il codice del concorso al quale s’intende partecipare. I codici sono i seguenti:

  • Dirigente economista sanitario: 795;
  • Dirigente statistico: 796;
  • Dirigente ingegnere biomedico: 797;
  • Dirigente ingegnere industriale: 798;
  • Dirigente ingegnere ambientale: 799;
  • Dirigente sanitario medico: 800.

La ricevuta che attesta l’avvenuto pagamento dei diritti di segreteria dovrà essere allegata alla domanda di partecipazione.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →