Pensioni ultima ora: pagamento assegni estero, partono i controlli

Pubblicato il 18 Agosto 2020 alle 11:46 Autore: Daniele Sforza

Pensioni ultima ora: il messaggio n. 3102 dell’11 agosto ha come oggetto il meccanismo degli accertamenti dell’esistenza in vita per gli anni 2020 e 2021.

Pensioni ultima ora pagamento assegni estero
Pensioni ultima ora: pagamento assegni estero, partono i controlli

Pensioni ultima ora, con il messaggio n. 3102 dell’11 agosto 2020 l’Inps ha fornito le principali informazioni sugli accertamenti dell’esistenza in vita per gli anni 2020 e 2021. I controlli sono effettuati da Citibank NA, in qualità di fornitore del servizio di pagamento delle pensioni al di fuori del territorio nazionale, perché, in base al contratto che disciplina il servizio, la Banca è tenuta a effettuare un controllo sull’esistenza in vita dei titolari di prestazioni in essere. L’accertamento viene effettuato tramite differenti sistemi combinati, finalizzati a garantire la correttezza del flusso dei pagamenti e a costituire uno strumento di prevenzione per contrastare il fenomeno dell’indebita percezione delle prestazioni. L’emergenza sanitaria in atto ha tuttavia pregiudicato il regolare svolgimento degli accertamenti e le attività di controllo sono state temporaneamente sospese. Per tale motivo è stato richiesto a Citibank di non sospendere i pagamenti della pensione e di effettuare gli accertamenti in un secondo momento.

Pensioni ultima ora: pagamento assegni all’estero, Paesi e tempistiche

L’Inps informa che il completamento del processo di verifica sarà ripartito per diverse aree geografiche e in differenti tempistiche. La prima fase è riferita agli anni 2020 e 2021 e si svolgerà da ottobre 2020 a febbraio 2021, riguardando i pensionati residenti in Sud America, Centro America, Nord America, Asia, Estremo Oriente, Paesi Scandinavi, nonché gli Stati dell’Est Europa e i Paesi limitrofi. Le comunicazioni saranno inviate ai pensionati a partire dal 1° ottobre 2020 e i pensionati dovranno far pervenire le attestazioni di esistenza in vita entro il 5 febbraio 2021. Se tale attestazione non viene prodotta, il pagamento della rata di marzo 2021 avverrà in contanti, se possibile, presso le agenzie Western Union del Paese di residenza. In caso di mancata riscossione o di mancata produzione dell’attestazione di esistenza in vita entro il 19 marzo 2021, il pagamento delle pensioni sarà sospeso a partire da aprile 2021.

La stessa tempistica riguarderà anche i pensionati residenti in Europa, Africa e Oceania, con riferimento agli anni 2019 e 2020, per via delle interruzioni dovute al Covid-19. Citibank spedirà le comunicazioni a ottobre 2020 e le attestazioni di esistenza in vita dovranno pervenire all’Istituto entro i primi giorni di febbraio 2021. In caso di attestazione non prodotta, il pagamento della rata di marzo 2021, se possibile, avverrà in contanti presso le agenzie Western Union del Paese di residenza. In caso di mancata riscossione personale o mancata produzione dell’attestazione di esistenza in vita entro il 19 marzo, il pagamento sarà sospeso a partire dalla rata di aprile.

Esclusi dagli accertamenti: chi sono

Al fine di razionalizzare l’attività di verifica, l’Inps ha chiesto a Citibank di escludere dagli accertamenti alcuni gruppi di pensionati, come quelli che risiedono in Paesi presso i quali l’Inps ha stipulato accordi di collaborazione per lo scambio di informazioni con gli istituti lì presenti. È il caso dei pensionati oggetto di scambi mensili di informazioni con le Istituzioni previdenziali tedesche e svizzere o con lo ZUS polacco.

Pagamento assegni settembre anticipato? Gli aggiornamenti

Come e dove inviare il modello: le modalità

La verifica dell’esistenza in vita avviata da Citibank inizierà con la spedizione della lettera esplicativa e del modello standard di attestazione ai pensionati residenti nei Paesi sopraccitati con le relative tempistiche. La modulistica è disponibile in lingua italiana e, in base al Paese di riferimento, in inglese, francese, tedesco, spagnolo o portoghese. Nella lettera saranno incluse le seguenti informazioni:

  • Istruzioni per la compilazione del modulo di esistenza in vita;
  • Richiesta di documentazione di supporto (fotocopia di valido documento d’identità del pensionato con foto);
  • Indicazioni per contattare il servizio Citibank di assistenza ai pensionati.

L’Inps rammenta che il modulo sarà personalizzato per ogni pensionato. Per ulteriori informazioni si invita a consultare il seguente sito web: www.inps.citi.com.

Il modulo deve essere debitamente compilato, datato, firmato e allegato con la documentazione di supporto richiesta e può essere inviato in forma cartacea alla Casella Postale PO Box 4873, Worthing BN99 3BG, United Kingdom entro il termine indicato nella lettera esplicativa. Il modello deve essere restituito a Citibank e controfirmato da un testimone accettabile, ovvero “un rappresentate di un’Ambasciata o Consolato Italiano o un’Autorità locale abilitata ad avallare la sottoscrizione dell’attestazione di esistenza in vita”. Inoltre, “la tipologia di testimone accettabile per le diverse aree geografiche è riportata nell’opuscolo Domande Frequenti, pubblicato sul sito web di Citibank”.

I pensionati residenti in Australia, Canada, Regno Unito e Stati Uniti, possono anche inviare l’attestazione in modalità telematica, tramite il portale predisposto da Citibank.

Messaggio Inps n. 3102/2020 in pdf

Per consultare il Messaggio Inps n. 3102 dell’11 agosto 2020 potete cliccare qui.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →