Prezzo petrolio settembre 2020: valore e quotazione in calo, i dettagli

Pubblicato il 4 Settembre 2020 alle 09:54 Autore: Daniele Sforza
Prezzo petrolio settembre 2020

Prezzo petrolio settembre 2020: valore e quotazione in calo, i dettagli

Nonostante il calo delle scorte di greggio negli Stati Uniti il prezzo petrolio non segue e scende poco sopra i 41 dollari (dalla precedente soglia dei 43 $). Stando alle rilevazioni pubblicate lo scorso 2 settembre, infatti, le scorte di petrolio si sono ridotte di ben 9,362 milioni di barili (si tratta del sesto calo settimanale consecutivo), susseguente alla flessione di oltre 4 milioni di barili e contro le previsioni degli analisti che avevano predetto un calo di 1,887 milioni. La revisione positiva sulle previsioni del mercato non hanno comportato effetti sul prezzo del petrolio, che invece è calato forse a causa delle rilevazioni relative alle raffinerie.

Prezzo petrolio settembre 2020: le previsioni per questo mese

Generalmente d’estate la domanda di greggio scende, e quindi, dopo l’arresto causato dal coronavirus, è previsto un ulteriore indebolimento. Gli ultimi eventi, aggiornati al 4 settembre 2020, non hanno dato impressione di invertire la rotta, anzi. Il rafforzamento del dollaro è un fattore da monitorare, ad esempio, ma non è escluso comunque un rimbalzo, seppur di lieve entità, nel breve termine.

Tra le altre cause va citato anche l’Uragano Laura, che di certo è stato determinante, a proposito del calo dell’offerta da parte dell’Energy Information Administration (EIA). L’evento naturale, infatti, ha determinato un “prelievo maggiore di quanto previsto nelle forniture di greggio e benzina”, per dirla con le parole di Tariq Zahir di Tyche Capital Advisors riferite a MarketWatch.

I dati forniti dall’EIA hanno rivelato dunque un incremento di circa 100 mila barili di greggio per la settimana presso il centro di Cushing, in Oklahoma, mentre la produzione totale del greggio USA ha registrato un calo di 1,1 milioni di barili, attestandosi a quota 9,7 milioni di barili al giorno. La flessione coincide con l’approdo sulle coste USA dell’uragano Laura.

Valore e quotazione

Attualmente sul WTI il prezzo del petrolio è scambiato a 41,11 dollari il barile, mentre sul Brent (anch’esso in flessione) si registra uno scambio a 43,94 dollari al barile.

Segui Termometro Politico su Google News

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →