Pensioni ultime notizie: assegni dopo i 67 anni sono una beffa

Pubblicato il 22 Ottobre 2020 alle 07:30 Autore: Daniele Sforza
Pensioni ultime notizie assegno 67 anni beffa

Pensioni ultime notizie: assegni dopo i 67 anni sono una beffa

Pensioni ultime notizie: ricevere l’assegno pensionistico solo una volta che si sono raggiunti 67 anni di età anagrafica rappresenta una beffa bella e buona. Questo è il pensiero del sindacato della scuola Anief, che per voce del suo presidente Marcello Pacifico, lancia una voce di protesta. Le pensioni sono ancora al centro dell’attenzione pubblica: mentre la Legge di Bilancio 2021 conterrà solo alcune misure di rito (come le proroghe di Ape social e Opzione Donna), la concentrazione è spostata sul 2022, quando bisognerà attuare una riforma generale del sistema pensionistico (o quantomeno porre i primi tasselli) a iniziare dalla sostituzione di Quota 100.

Pensioni ultime notizie: uscire dal lavoro a 67 anni? Una beffa

Il rischio, se non si dovesse far nulla, sarebbe tornare agli schematismi della Legge Fornero e accedere dunque alla pensione ordinaria solo dopo aver raggiunto i 67 anni di età. “Per la scuola, dove l’età anagrafica media è abbondantemente sopra i 50 anni, l’adozione secca della Legge Fornero si trasformerebbe in una soluzione davvero ingiusta”, il commento di Pacifico riferito da Orizzonte Scuola.

Insegnante: un lavoro gravoso?

Quello dell’insegnante potrebbe essere definito un lavoro gravoso, in quanto provoca un “logorio psicologico” che peraltro è stato “provato scientificamente”, a causa delle “continue e non sempre facili relazioni” con le persone, tanto da elevare un rischio biologico rispetto ad altre professionalità. “A tutela della loro salute e sicurezza”, conclude il presidente Anief, “è bene collocare questo personale tra le categorie che svolgono lavori gravosi”. L’idea di estendere la platea dei lavoratori gravosi, effettivamente, esiste, ma ancora non è noto, al momento, se l’estensione avverrà a partire dal prossimo anno o bisognerà comunque attendere oltre (e non si sa neppure se quella degli insegnanti sarà una categoria inclusa).

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →