Spostamenti vietati a dicembre 2020 in fascia gialla. Il piano

Pubblicato il 3 Dicembre 2020 alle 10:48 Autore: Guglielmo Sano

Spostamenti vietati del tutto durante le festività natalizie? Sembra essere questa l’intenzione del governo. Ecco cosa prevede la bozza del Dpcm

Lockdown Italia: in quali altri paesi ci sono misure simili alle nostre

Spostamenti vietati a dicembre 2020 in fascia gialla. Il piano

Spostamenti vietati del tutto durante le festività natalizie? Sembra essere questa l’intenzione del governo. Ecco cosa prevede la bozza del Dpcm che verrà licenziato nelle prossime ore e che conterrà le norme anti-contagio da rispettare, con tutta probabilità, fino all’Epifania.

Spostamenti vietati tra le regioni e limitati tra comuni

Spostamenti vietati: passa la linea della massima prudenza, le autorità politico-sanitarie preferiscono parlare di linea dell’evidenza scientifica. Con il prossimo Dpcm sull’epidemia, che arriverà nella serata di oggi giovedì 3 dicembre 2020, sarà vietato del tutto spostarsi tra una regione e l’altra (potranno viaggiare esclusivamente coloro che tornano presso il luogo di residenza: dovrebbe essere questa l’unica deroga): non si potrà andare neanche tra una zona gialla e un’altra. Inoltre, anche gli spostamenti tra un comune e l’altro all’interno della stessa regione dovrebbero essere fortemente limitati, in particolare, nei giorni di festa.

La durata del Dpcm potrebbe arrivare a 50 giorni, in virtù di una modifica alla normativa effettuata tramite lo stesso provvedimento, quindi, entrare in vigore il 4 dicembre e perdere effetto il 15 gennaio: d’altra parte, le restrizioni agli spostamenti dovrebbero essere valide dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 con un probabile irrigidimento il 25 e il 26 dicembre 2020 e l’1 gennaio 2021.

Poche, pochissime concessioni

Spostamenti vietati tra le regioni e sottoposti a forti limitazioni tra un comune e l’altro della stessa regione: si può parlare di un Natale “blindato” per le famiglie italiane. Ci sarà spazio comunque per qualche allentamento durante le festività? Ben poco in realtà. I ristoranti e i bar potranno restare aperti anche nei giorni di festa ma non oltre le 18, alberghi aperti (chiusi invece impianti sciistici e stop alle crociere) ma dalle 18 si potrà effettuare solo il servizio in camera, l’inizio del coprifuoco resta fissato alle 22 anche per il giorno di Natale (fino alle 6) la vigilia di capodanno 31 dicembre 2020 (fino alle 7).

Segui Termometro Politico su Google News

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →