Noipa, ancora nessun pagamento per supplenti. Anief verso lo scontro

Pubblicato il 30 Dicembre 2022 alle 17:17 Autore: Redazione
Noipa, ancora nessun pagamento per supplenti. Anief verso lo scontro

Noipa, ancora nessun pagamento per supplenti. Anief verso lo scontro

Avevamo già annunciato che, purtroppo, non ci sarebbe stato alcun pagamento degli arretrati per il personale supplente del comparto Scuola. Una problematica che, in molti casi, si traduce con ben 4-5 mesi di stipendi arretrati, a causa della congestione del sistema e la mancanza sistematica di fondi.

CLICCA QUI PER TUTTE LE ULTIME SU EMISSIONI CEDOLINO E PAGAMENTI NOIPA

L’Anief pronta allo scontro con il Ministero: “non possiamo tollerare altre discriminazioni”

Marcello Pacifico, Presidente Nazionale Anief, afferma che “Ancora una volta si è persa l’occasione per non discriminare il personale precario titolare di contratti brevi e saltuari e contratti Covid. Si continua a negare loro la riscossione dell’RPD e CIA mensili con una perdita di circa 80 euro mensili di media ed ora non si pagano gli arretrati dovuti come gli altri lavoratori. Come Anief non possiamo tollerare anche questa ulteriore discriminazione“.

Per questa ragione, Anief si mette a disposizione di tutto il personale che si è visto pregiudicato dai ritardi, scrivendo una mail ad arretrati@anief.net o prendendo appuntamento presso uno sportello del sindacato. L’Anief intende fornire istruzioni per diffidare il ministero e velocizzare il pagamento degli arretrati, che si accumulano da, ormai, troppo tempo.

Il mancato pagamento per i supplenti non è un problema NoiPa

Non solo c’è un problema di fondi elargibili dalla Ragioneria di Stato. La stessa NoiPa si trova in carenza di personale e non sono pochi i disservizi e ritardi che si sono presentati a causa di queste mancanze strutturali. Di recente, ha fatto discutere il calcolo erroneo della tredicesima per le Forze Armate.

Inoltre, rispetto ai pagamenti delle rate ordinarie per i dipendenti, quelli riguardante le supplenze brevi hanno un iter più lungo e, in particolare, si lega alla disponibilità dei fondi settimanali e mensili a disposizione.

In primis, la segreteria invia i dati al sistema che arrivano a NoiPa. Questa li elabora e li reinoltra alla scuola per un controllo e, se arriva l’ok dalla segreteria, si autorizza il pagamento. Fin qui, tutto normale. Il punto cruciale risiede nell’ulteriore trasmissione da NoiPa alla Ragioneria Generale dello Stato. Se ci sono i fondi per i pagamenti, questo viene effettuato. Se non ci sono fondi, invece, la richiesta di pagamento viene ri-esaminata settimanalmente. Inoltre, le emissioni speciali avvengono sempre il giorno 18 di ogni mese (salvo rare eccezioni) e a fine mese, in concomitanza con le emissioni della rata ordinaria.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Redazione

Redazione del Termometro Politico. Questo profilo contiene articoli "corali", scritti dalla nostra redazione, oppure prodotti da giornalisti ed esperti ospiti sulle pagine del Termometro.
    Tutti gli articoli di Redazione →