•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 11 aprile, 2014

articolo scritto da:

Berlusconi e i servizi sociali Procuratore “Se diffama giudici, possibile revoca provvedimento”

servizi sociali e rischi connessi per silvio berlusconi

L’affidamento in prova ai servizi sociali come pena alternativa al carcere è un’ipotesi sempre più probabile per Silvio Berlusconi. Il procuratore generale di Milano, Antonio Lamanna, ha infatti dato il via libera alla richiesta degli avvocati dell’ex Cavaliere. La decisione spetta ora al Tribunale di Sorveglianza che nel pomeriggio di ieri ha valutato la posizione di Berlusconi, che lo scorso agosto era stato condannato in via definitiva a quattro anni di reclusione per frode fiscale sui diritti tv Mediaset. “La decisione verrà depositata da un minimo di 5 giorni ad un massimo di 15 giorni” fa sapere Pasquale Nobile De Santis, il presidente del Tribunale di Sorveglianza.

Dei quattro anni della condanna, tre sono coperti dall’indulto. All’ex premier resta dunque da scontare un solo anno e l’alternativa era tra gli arresti domiciliari e, appunto, l’affidamento in prova ai servizi sociali che prevede l’obbligo di svolgere servizi di pubblica utilità.

berlusconi

Il Procuratore Lamanna, però, nell’esprimere parere favorevole all’affidamento ai servizi sociali di Berlusconi, ha voluto sottolineare che se l’ex Cavaliere dovesse diffamare i singoli giudici, il provvedimento potrebbe essere revocato. Il magistrato ha portato in aula, come prova, un articolo comparso sul Corriere della Sera il 7 marzo scorso in cui viene riportato che Berlusconi avrebbe detto, in merito alla decisione del Tribunale di Sorveglianza, “sono qui a dipendere da una mafia di giudici”. “Noi non siamo né angeli vendicatori né angeli custodi, ma siamo qui per far applicare la legge” ha aggiunto Lamanna.

“Le questioni di giustizia attengono alla giustizia”. Si limita a rispondere così il premier Matteo Renzi in un’intervista al direttore del Tg3 Bianca Berlinguer, e torna a ribadire che con Berlusconi “non è previsto alcun incontro”. “Ma – aggiunge – se c’è vi faremo sapere”.

“Siamo soddisfatti che la procura generale abbia dato parere favorevole all’affidamento in prova del presidente Berlusconi ai servizi sociali. Ora attendiamo fiduciosi la decisione del presidente del Tribunale di sorveglianza» reagisce per prima, da Forza Italia, Michaela Biancofiore, parlamentare e responsabile Risorse umane del partito. Poi, Mariastella Gelmini, vicecapogruppo di Forza Italia alla Camera: “Al di là delle decisioni che assumerà il Tribunale di Sorveglianza, quella di oggi è una giornata infausta per la democrazia. Negare il diritto di voto e di rappresentanza a Silvio Berlusconi significa ferire la storia di milioni di italiani che da tempo credono in lui. Di fronte a questa situazione non ci sono risarcimenti possibili”.

“Noi continuiamo a considerare Berlusconi vittima di un accanimento giudiziario”. Lo ha detto il presidente dei senatori del Nuovo Centrodestra, Maurizio Sacconi. “Anche il dissenso che si è prodotto sul futuro del centrodestra italiano – ha aggiunto – non fa venir meno la nostra sincera solidarietà a Berlusconi e la convinzione che debba essere messo in condizione di svolgere la sua funzione pubblica e politica”.

C’è ora grande attesa per la decisione definitiva del tribunale di Sorveglianza, soprattutto perchè da essa dipenderanno gli spazi di manovra del leader di Forza Italia nelle prossime settimane di campagna elettorale per le Europee. Il partito politico si stringe attorno al suo leader. Giovanni Toti, consigliere politico dell’ex Cavaliere, intervenendo a Sky Tg 24, ha dichiarato che: “Se Berlusconi fosse privato della possibilità di partecipare in prima persona alla campagna elettorale lo riterrei una lesione della democrazia grave. La pena del bavaglio ancora non esiste in Italia”. Toti ha inoltre sottolineato che Forza Italia “non è affatto divisa e che anzi se un effetto ce l’ha questa vicenda è di essere tutti uniti attorno a Berlusconi”. Il consigliere politico ha spiegato di avere trascorso la mattinata con il leader a studiare le liste per le europee e ha confermato che “nel modo più assoluto” i figli di Berlusconi non saranno in lista: “Lo ha smentito lui stesso e lo ha smentito la famiglia. Il nome nel simbolo significa che Berlusconi è e resta il DNA stesso di Forza Italia: è un unicum, una simbiosi tra Forza Italia e Berlusconi”.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

12 comments
Luisa Bacocchia
Luisa Bacocchia

come farà a fare campagna elettorale senza insultare i giudici ?

Lucio Bufo
Lucio Bufo

ma va ad aiutare i malati con questa faccia ... che sembra na mummia? ma a quei poveretti gli prende una sincope appena lo vedono!

Eugenio Trovato
Eugenio Trovato

per adesso è in prova ma se fa il bravo lo assumono a tempo indeterminato!

Mimmo Pappalardo
Mimmo Pappalardo

Ahhahh...è spuntato un sinistrato depresso...ma stati zitto, la sinistra ci parla perchè è costretta dalla forza politica che Silvio ha in parlamento e nel paese...lo vigliono vedere morto, per le umiliazioni ricevute, .già speranzosi mettono le mani avanti, e vanno declamando che silvio è morto se prende meno del 20% all'europee......cosa poi avranno a che fare l'europeee con le poiltiche italiane, non si sà?..... per batterlo vogliono imporgli il silenzio, vogliono vedere se almeno cosî ci riescono.....le hanno provate tutte, anche la magistarura di coorrente hanno creato ad hoc

Giancarlo De Luca
Giancarlo De Luca

idiota vedi che i sinistri come li chiami tu sono i suoi migliori amici infatti sono al governo con lui....a no solo alfano, il mafioso da appoggio solo per le riforme percata

Mimmo Pappalardo
Mimmo Pappalardo

Se gli impediscono le interviste in Tv è una dittatura.....è i sinistri stiano zitti, in passato in parlamento hanno portato condannati per terrorismo.

Giò Morra
Giò Morra

tutto questo grazie alla sinistra... lo hanno resuscitato...cari comunisti vi hanno fatto il pacco

Nadir Crive
Nadir Crive

a questo punto meglio fare i delinquenti che persone oneste