•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 20 maggio, 2015

articolo scritto da:

Idea Saviano leader, lo scrittore a capo del soggetto politico da contrapporre a Renzi

primo piano di roberto saviano con sfondo scuro alle spalle

Nel tempo in cui si potrebbero individuare due generiche correnti, renzismo ed anti-renzismo, si fatica a vedere un’unione di intenti nell’ultima delle due linee di pensiero. Essere divisi, nel centrosinistra, storicamente non è una novità degli ultimi anni. Fin dalla scomparsa del Pci è stato complicato mettere insieme quelli che sono i cocci di vasi diversi.

Spaccature dentro e fuori il Pd

Avere individuato un avversario comune, Matteo Renzi, dovrebbe aiutare eppure le crepe nel fronte anti-Renzi sembrano moltiplicarsi e mostrarsi sempre più profonde man mano che il sentimento va rafforzandosi. Tutti contro Renzi, ma tutti contro tutti.

Emblematico lo scambio di battute a distanza tra i dissidenti Stefano Fassina e Luca Pastorino, candidato della minoranza Pd in Liguria. Il primo ha rivolto a Pastorino il suo attestato di stima. Quest’ultimo ha sentitamente ringraziato: “Stefano Fassina non se ne va adesso, ma anche quando se ne andrà non porterà via niente. Pippo Civati, invece, conta a livello nazionale, benché sia troppo presto per testarlo”.

Fassina fuori dal Pd con Camusso

E se secondo Pastorino Fassina non porterà via niente, il deputato Pd è già alla ricerca di qualcosa al di fuori dello stesso partito. Potrebbe trovare un’unione di intenti con Susanna Camusso. La leader della Cgil ha più volte fatto notare: “A sinistra ci vorrebbe una cosa nuova”.

La coalizione sociale chiude le porte a Sel e Rifondazione

Fassina e Camusso insieme, dunque. E Civati e Landini? Lontani da un’unione con i primi, è da escludere l’ipotesi che possano percorrere la stessa strada. Il leader della Fiom è stato chiaro: “Chi vuole stare con noi non deve fare parte di un partito e non si deve candidare alle elezioni”. La sua coalizione sociale, di cui ancora si fatica ad individuare contorni precisi, chiude le porte anche a Sel e Rifondazione Comunista.

Maurizio_Landini

Landini fermo al bivio

L’idea di Landini leader di un nuovo soggetto politico all’interno del centrosinistra sembra affascinare molti. Ma il leader della Fiom, per ora, attende al bivio: da una parte la strada che lo porterebbe a succedere alla Camusso alla guida della Cgil; dall’altra quella che lo consacrerebbe anti-renziano di punta.

Saviano leader del nuovo soggetto politico

Maurizio Landini giocherà a carte coperte fino al 2018: termine della legislatura e data del Congresso Cgil. E qui veniamo al quesito posto ad inizio articolo. Per ovviare alla possibile defezione dell’attuale leader Fiom, in molti paventano l’ipotesi Roberto Saviano leader del nuovo soggetto politico.

Convincere lo scrittore non sarà cosa semplice. Lui ha da sempre respinto ogni invito a scendere in politica. Difficile che dica si questa volta, ma non impossibile.

Roberto_Saviano

Saviano risponderebbe bene alle necessità di quanti vorrebbero una personalità lontana dall’attuale e dalla passata politica. Alla prima categoria risponderebbe il nome di Laura Boldrini. Alla seconda lo scomodo trio D’Alema-Bersani-Bindi.

Minoranza Pd pronta a candidare Speranza

Nomi che risultano scomodi anche per la stessa minoranza bersaniana del Pd. Quest’ultima avrebbe intenzione di candidare Roberto Speranza al prossimo Congresso del Partito democratico. Una scelta volta non a vincere, ad oggi sarebbe impossibile, ma a dare un segnale ben preciso all’area renziana.

Liguria campo dello scontro interno al Pd

A mettere i bastoni tra le ruote a Renzi e ai renziani, i dissidenti del Pd potrebbero iniziare già dalle ormai prossime elezioni regionali. Il campo preferito è quello della Liguria. Qui potrebbero favorire la vittoria del M5S o la non vittoria (citazione di bersaniana memoria) di Raffaella Paita: una maggioranza risicata, regione ingovernabile e situazione difficile da gestire per Matteo Renzi.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

93 comments
Rita Mabeni
Rita Mabeni

Voce troppo monotona, non convince, addormenta

Giorgio Romagnoli
Giorgio Romagnoli

Apprezzo la figura di Saviano ma non lo vedo come leader politico. !!!!

Pino Salerno
Pino Salerno

Che sta con la Picierno è vero o è una bufala? Se è vero allora sta notizia......?

Aldo Boni
Aldo Boni

ecchene nantro!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Guido Zaccaro
Guido Zaccaro

Anti Renzi?..per essere efficace deve interpretare i "valori di sinistra"..ossia risolvere la crisi con obbiettivi e scelte a favore vicini agli ideali di cui Renzi non è più "il portatore"..Saviano non rappresenta tali obbiettivi. .gli unici in grado di "far cadere un Renzi"..sono a sinistra in quanto lo toglierebbero dal trono del quale "si è impossessato"

Enzo Franci
Enzo Franci

Avanti così un altro fallimento da foraggiare evviva

Angela Di Siena
Angela Di Siena

No. Non mi piace come uomo nè come scrittore nè tanto meno come politico:polemico e pretestuoso.

Alberto Conti
Alberto Conti

Guttemberg ministro della difesa tedesco si è dimesso per un plagio... Saviano con la stessa condanna farebbe un partito ?

Alberto Conti
Alberto Conti

Beppe Roca, veramente Saviano ha una condanna

Vincenzo Moncada
Vincenzo Moncada

Saviano non è un comico ! Saviano leader politico di quattro sfigati mi fa ridere!

Nino Palma
Nino Palma

Alla disperata ricerca del candidato perduto!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Liborio Spagnolo
Liborio Spagnolo

Saviano di politica non ha mai capito una "beata minchia" .

Rosa Fos
Rosa Fos

dalla padella nella brace? poveri comunisti,ma pensarci bene come arroganza non cambierebbe molto...

Filippo Porcelli
Filippo Porcelli

Dopo Landini altro salvatore della Patria...Renzi ringrazia

Riccardo Cicero
Riccardo Cicero

ma basta co sta ricerca di un nuovo leader della sinistra...

Filippo Di Gregorio
Filippo Di Gregorio

Lasca perdere Roberto, pensa a scrivere, l'unica cosa che ti riesce discretamente...

Roberto Borghesi
Roberto Borghesi

Farebbe meglio a darsi al cinema perché come politico è come quelli di adesso ....cioè dei buffoni

Riccardo Desantis
Riccardo Desantis

Insomma tanto per cambiare l'intellighenzia radical chic fa ricorso alle "candidature simboliche" nella speranza che "il popolo capisca"...Non capiscono invece che se non si guarda a quella che è la realtà sociale in cui viviamo(che non è quella all'indomani della II rivoluzione industriale,ne tantomeno quella degli anni della contestazione sessantottina),alle diseguaglianze economiche dei nostri tempi,alle tante situazioni di disagio sociale non si va da nessuna parte...questo senza nulla togliere al buon Roberto che è un validissimo scrittore e giornalista

Laura Palmieri
Laura Palmieri

Beh, non mi dispiacerebbe,,,almeno avremmo qualcuno che non fa tutto ciò che vogliono i PADRONI, come l'attuale,

Achille Abbagnano
Achille Abbagnano

Una grossa sciocchezza, prima di tutto perché non fa per lui. E comunque sarebbe un replica del PD parzialmente riveduto ma non corretto, pur sempre uno di sinistra vecchia maniera, mentre all'Italia serve di uscire da questa stantia suddivisione tra destra e sinistra. Inutile andare a cercare improbabili leader tra i vari Landini, Saviano o Civati, l'unico vero leader già pronto c'è già e ce l'ha il M5S! Tutti gli altri sono destinati al fallimento.

Massimo D'Ulisse
Massimo D'Ulisse

Se è uno scrittore, lasciategli fare lo scrittore. Ci vuole non solo onestà, ma anche competenza, in tutti i mestieri.

Pietro Berardi
Pietro Berardi

Mi fanno ridere queste storie, tirare in ballo Saviano, vecchia storia, senza chiedergli il permesso... Come nel 2013... Tanto lui non è disponibile, perché non è fesso...

Melina Pitari
Melina Pitari

No per niente, che faccia lo scrittore, nemmeno il giornalista, lo scrittore e, il suo vero mestiere,