•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 1 giugno, 2015

articolo scritto da:

Elezioni Regionali: il Movimento 5 Stelle si scopre forte

elezioni francia, m5s

L’esito della tornata elettorale delle regionali ci consegna un quadro politico in netta mutazione. Che, a sorpresa, vede un ottimo risultato per i candidati del Movimento 5 Stelle, storicamente “deboli” nelle competizioni amministrative.

Lo stato maggiore dei grillini ne è ben consapevole e infatti il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio (tracciato da molti come il futuro leader) non risparmia elogi ai suoi colleghi. “Credevano fossimo un fuoco di paglia. Ma il Movimento è di sana e robusta costituzione. Dati simili ci indicherebbero come una forza politica che punta al governo. Dobbiamo aspettare gli scrutini e vedere anche i risultati di lista in Campania, pensando in prospettiva ad elezioni con l’Italicum”.

Ora si gioca in “nazionale”

Già, l’Italicum. Perché ora, chiuse le regionali (che comunque hanno sancito un netto 5-2 a favore del centrosinistra) si pensa già a livello nazionale. I cinque stelle, checché se ne dica, puntano in grande, anche grazie a una legge elettorale, l’Italicum, da loro fortemente osteggiata ma che in realtà potrebbe portarli dritti a Palazzo Chigi. Il meccanismo del ballottaggio prevede infatti un secondo turno in cui i due partiti maggiormente votati al primo si sfidano, uno contro l’altro. Dando per assodato che uno dei due sia il Pd del premier Matteo Renzi, ad oggi il ruolo di sfidante se lo aggiudicherebbe proprio il “non partito” di Grillo e Casaleggio. Il centrodestra, seppur elettoralmente più forte, è infatti molto diviso e frazionato e, a meno di un listone unico poco ipotizzabile, parte svantaggiato.

Tanto per l’avere l’idea di qualche numero, non siamo lontani dalle percentuali dello Tsunami 2013: ovunque tra il 15 e 20%, nelle Marche il candidato Giovanni Maggi ha sfiorato il 22%, mentre in Liguria Alice Salvatore è arrivata addirittura al 25%, a un soffio dal (deludentissimo) risultato di Raffaella Paita.

Alice Salvatore, Movimento 5 Stelle

Ne è consapevole il presidente della Commissione di Vigilanza Rai Roberto Fico, che in un’intervista a Repubblica si lascia andare: “Una sola lista contro una media di 7-8 concorrenti. Con volti sconosciuti, senza soldi. È una vittoria straordinaria, c’è una rivoluzione in atto, nei principi e nel modello culturale che stiamo cercando di imporre. È fondamentalmente una vittoria – afferma – . Dopo due anni di Parlamento, con la coerenza, con le nostre tematiche e con un nuovo approccio, non candidando professionisti della politica nè volti noti o portatori di voti. Rifiutando i rimborsi elettorali. Non abbiamo usato neanche tutte le donazioni ricevute, una parte la daremo in beneficenza”.

Grillo non è più un fattore

Ultima ma non meno importante è la questione della leadership. Fino ad ora il Movimento 5 Stelle era sempre stata considerata una forza politica imperniata sul protagonismo di Beppe Grillo. Oggi non è più così: questi ottimi risultati segnalano una maturazione della classe dirigente grillina, che è riuscita a mobilitare il proprio elettorato di riferimento senza che un eccessivo coinvolgimento del leader maximo. Il quale si è goduto il buon risultato esultando dal suo blog: “Grazie, danke, merci, thank you. Grazie agli italiani che ci hanno votato e che hanno attribuito il ruolo di primo partito al M5S in Liguria, Campania e Puglia e di secondo in altre regioni”. E rilancia il suo Movimento: “No ad alleanze con la sinistra, gli inciuci non ci appartengono”. Poi attacca: “Renzi ha dimezzato i voti delle europee. Non si gestisce un Paese con le menzogne e con l’arroganza”.


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

119 comments
Luciana Mastrorosa
Luciana Mastrorosa

Ma se è andato peggio delle europee. Che giá sono state una tragedia!

Giuseppe Perdichizzi
Giuseppe Perdichizzi

Non si scopre,il m5s è forte.Solo i giornaletti asserviti e terrorizzati di perdere i privilegi che condividono con politici ladri si sforzano inutilmente di far passare un messaggio diverso.

Nicola Michele Donvito
Nicola Michele Donvito

Finchè la gente vedrà la politica come vede il calcio e i partiti come squadre, ci saranno commenti come quelli qui sopra, si gente che tifa per criminali e parassiti che stanno distruggendo anche i propri ingenui, disinformati e smemorati elettori, e questi ultimi ancora neanche se ne accorgono, perché la tv non lo dice.

Mimmo Ristori
Mimmo Ristori

Caro MARCO, solo in Italia chi ha una opinione diversa dalla tua deve essere insultato? Dio ce ne scampi da un democratico come te!

Mimmo Ristori
Mimmo Ristori

E per fare approvare le sue riforme con chi dovrà accordarsi? Afferma che il PD è dimezzato, allora il M5S sarebbe il primo partito? In realtà è ancora ancorato a quel 20% contro il 30% e passa! Afferma di essere il 1° partito in Liguria, Campania e Puglia, i dati finali ci dicono che è il primo subito dopo il PD! Tanto trionfalismo bugiardo è la patetica dimostrazione che il suo modo di fare politica non è per nulla diverso da quello di tutti coloro che contesta! Ha vinto senza essersi beccato una sola regione.......!

Biancarosa Rossi
Biancarosa Rossi

É una minaccia? Sarebbe la seconda stamattina, nel mio piccolo

Franco Gulino
Franco Gulino

Margheritaviola Verdi .................. ancora tu, ma non dovevamo rivederci più? Proprio tu parli di TROLL

Alberto Conti
Alberto Conti

Rispetto al 2013 il M5S ha preso 1.900.000 voti in meno

Roberto Trausi
Roberto Trausi

Riuscite a leggere un articolo e commentare al riguardo essendo obiettivi? Ogni elezione è diversa dall'altra. Le regionali, le comunali e le politiche per il parlamento sono cose distinte dove agiscono meccaniche diverse nell'elettorato. Il MoVimento non ha mai preso percentuali così alte nelle regionali, quindi questa è una vittoria. Poi possiamo dirlo chiaramente che ale europee abbiamo fallito, infatti l'abbiamo ammesso e Grillo si è preso il suo bel maalox. Ma dire oggi che il MoVimento sta perdendo voti mi semvra ridicolo. E poi cosa cobtinuo a parlare, se in Campania fate vincere De Luca vuol dire che non c'è proprio speranza, noi continueremo a provarci ma i risultati saranno sempre gli stessi.

Stefano Bianco
Stefano Bianco

Forte? Dove ha vinto? Dove ci è andato almeno vicino? Inchiodato al 20% quando va bene continua a essere inutile

Lorenzo Fares
Lorenzo Fares

Ma ha perso 894mila voti e non ha conquistato una sola regione. Questa è forza?

Vincenzo Moncada
Vincenzo Moncada

Anche un ragazzino di terza media poco esperto di numeri è in grado di dire ai grillini che considerano un successo clamoroso il risultato delle regionali di non essere più comici di Grillo.

Marco Camilleri
Marco Camilleri

Diciamo che solo in Italia succede che un partito del cazzo come il PD con un pagliaccio come Renzi leader riesca a trovare ancora una massa di pecoroni che lo vota...

Franco Lupattelli
Franco Lupattelli

Io credevo fosse un fuoco di paglia, invece si è rivelato un fuoco di "canna"

MarcoOrsoGiannini1
MarcoOrsoGiannini1

Ormai la base del M5s non ha più dentro gli orfani di Silvio...per fortuna.

Chi per propaganda dice "M5s è di destra" mente: il M5s lo ha dimostrato votando sull'immigrazione contro il reato (che è ancor ATTIVO e rallenta le espulsioni) di clandestinità

Alessandro Soranzo
Alessandro Soranzo

nelle regioni in cui si e votato il m5s ha ulteriormente perso voti dal 25 per cento del 2013 al 17 per cento .................

Marco Angius
Marco Angius

mancano le regionali del 2010 sapientone dopo puoi fare i conti sempre se sei in grado

Cavallari Fabio
Cavallari Fabio

Per sparare cagate siete i numeri 1. Nessuna alleanza con ladri, mafiosi, lobbisti, pedofili, filibustieri, nani e ballerine. Tutto chiaro?

MarcoOrsoGiannini1
MarcoOrsoGiannini1

ma per l astensione non in termini percentuali RELATIVI AGLI ALTRI PARTITI

Nicola Michele Donvito
Nicola Michele Donvito

Tanto non c'è comunque più nessuno a rappresentarla da quando è morto Berlinguer

Agata Belviso
Agata Belviso

Questo linguaggio,secondo me,danneggia la vera sinistra,che non e' il pd.

Nicola Michele Donvito
Nicola Michele Donvito

Ah puoi starne certa. È solo tecnica di comunicazione in base al target, in questo caso l'italiano medio.

MarcoOrsoGiannini1
MarcoOrsoGiannini1

Grillo è di sinistra il M5s non crede in destra e sinistra anche se la sua base ormai ha perso l'elettorato degli silvio in favore di molte persone come insegnanti, precari, incapienti

Nicola Michele Donvito
Nicola Michele Donvito

Quella che purtroppo ancora troppi credono sia tale. È come se parlasse con un linguaggio comprensibile all'italiano medio.

Giulio Giliberti
Giulio Giliberti

Hanno vinto un altro biglietto della lotteria. Adesso si vedrà se siano in grado di riscuoterlo. A me ancora non convince molto il Movimento, sia pure con persone simpatiche.

Salvatore Caputo
Salvatore Caputo

...niente di nuovo...quando si tratta di governare meglio darsi alla fuga. Del resto chiedete ai poveri parmensi....

Vincenzo Moncada
Vincenzo Moncada

Orlandi, sei l'espressione più autentica del cretinismo a 5 Stelle! Curati!

Stefano Bianco
Stefano Bianco

Più comodo tenere il 20% congelato nel cassetto

Isi Giampi
Isi Giampi

#STAISERENO CHE NESSUNO VI CERCA.

Manfredi Emmanuele Pizzigallo
Manfredi Emmanuele Pizzigallo

Solo in Italia succede una cosa del genere...... è come se in una partita con 7 punti ne prendi 5 ...... vincono gli altri....

Pierfrancesco Catapano
Pierfrancesco Catapano

zero regioni e zero comuni a sto giro. E perdere contro de luca e caldoro era una missione impossibile. Mo invece di prendersela col 60% che non si sente rappresentato, casalercio e il semplice prestanome potrebbero anticipare la legge sui partiti e sul conflitto di interessi: levarsi dalle palle

Biancarosa Rossi
Biancarosa Rossi

Non è che sia tutto rose e fiori con chi l'ha votato e con i cittadini. Ma va bene così. Tanto di cappello a uno che lavora fa le scelte e ci mette la faccia.

Domenico Zedh Tedeschi
Domenico Zedh Tedeschi

Infatti siete un fuoco di paglia, state lontano dal fuoco, per questo non fate alleanze, come dice il Vs super comandante