•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 30 maggio, 2014

articolo scritto da:

Analisi Demopolis per Ottoemezzo: da dove vengono i voti del PD e dove sono andati quelli dei 5 Stelle?

Analisi Demopolis per Ottoemezzo, i leader negli ultimi giorni di campagna elettorale.

Analisi Demopolis per Ottoemezzo: da dove vengono i voti del PD e dove sono andati quelli dei 5 Stelle?

Il programma di La7 Ottoemezzo ha reso noti i risultati di uno studio effettuato dall’istituto diretto da Pietro Vento che analizzano i flussi elettorali relativi alle ultime due tornate elettorali svoltesi in Italia, le elezioni politiche di Febbraio 2013 e le Europee che si sono appena concluse.
L’insolito trionfo del Partito Democratico rende legittimo chiedersi da dove provengano gli elettori che hanno scelto Renzi pochi giorni fa, e Demopolis osserva che gli oltre 11 milioni di voti al PD vengono solo in parte da chi aveva già votato il partito poco più di un anno fa. Demopolis accerta infatti che il PD ha praticamente prosciugato l’elettorato di Scelta Civica, l’esperimento Montiano che aveva già deluso le aspettative nel 2013, ma che nell’ultimo anno ha ulteriormente perso attrattiva avvantaggiando il PD di Renzi, ma ha anche preso voti dall’ex-PDL (nell’ordine del 5%) rompendo l’impermeabilità che è rimasta più o meno intatta negli anni scorsi tra i due elettorati. Il 7% dei voti del PD è venuto poi da chi nel 2013 aveva votato partiti minori o si era astenuto, ma il 9% viene anche dal Movimento 5 Stelle, e si tratta con ogni probabilità di elettori “recuperati” che appartenevano precedentemente all’area di Centrosinistra ma che sono rimasti delusi anche dall’operato di Grillo dopo avergli conferito fiducia con il proprio voto alle politiche.

Analisi Demopolis per Ottoemezzo, flussi elettorali per il PD.

Analisi Demopolis per Ottoemezzo, flussi elettorali per il PD.

Su 100 elettori che un anno fa avevano votato Grillo, in quest’occasione infatti ben 11 sono passati (o tornati) al PD, 3 si sono diretti su un altro partito e 24 si sono astenuti, mentre il 62% ha confermato il proprio voto.

Analisi Demopolis per Ottoemezzo, flussi elettorali per il M5S.

Analisi Demopolis per Ottoemezzo, flussi elettorali per il M5S.

Demopolis conferma inoltre che il boom del PD si deve anche al contributo fondamentale della fascia di imprenditori e lavoratori autonomi, che nel 2008 avevano preferito Berlusconi per poi passare nel 2013 tra le braccia di Grillo, ma che pochi giorni fa si sono schierati per un terzo con Renzi, aumentando nettamente rispetto alle politiche di Febbraio 2013.

Analisi Demopolis per Ottoemezzo, il voto di imprenditori e lavoratori autonomi.

Analisi Demopolis per Ottoemezzo, il voto di imprenditori e lavoratori autonomi.

Le donne hanno fatto inoltre la differenza per il PD, con il 46% che ha votato Renzi mentre solo il 17 e 15%  ha votato rispettivamente M5S e FI (sono cifre più alte della media per il PD e più basse per entrambi gli avversari), e le battute finali della campagna elettorale sono andate secondo una grande fetta della popolazione intervistata da Demopolis a favore di Renzi, che ha convinto il 34% negli ultimi giorni mettendo in ombra sia Grillo che Berlusconi, che hanno convinto negli ultimi giorni solo il 15 e 6%. Il 35% comunque dichiara di non essere stato convinto da nessuno dei leader politici sul finale della campagna elettorale, dimostrando che non tutto si decide all’ultimo ma che molti elettori scelgono ancora attentamente a chi dare il proprio voto ben prima della data delle elezioni.

Analisi Demopolis per Ottoemezzo, il voto delle donne.

Analisi Demopolis per Ottoemezzo, il voto delle donne.

Analisi Demopolis per Ottoemezzo, i leader negli ultimi giorni di campagna elettorale.

Analisi Demopolis per Ottoemezzo, i leader negli ultimi giorni di campagna elettorale.


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

7 comments
Pierfrancesco Catapano
Pierfrancesco Catapano

e i fatti sono quelli da me esposti per l'intera campagna elettorale, anche su questa pagina e sono stati confermati

Giuseppe Mangialardi
Giuseppe Mangialardi

Sarebbe più corretto fra vedere i saldi dei flussi, come qualche altro istituto demoscopico (non ricordo chi) ha fatto.

Pierfrancesco Catapano
Pierfrancesco Catapano

assolutamente si, e sono tra quelli del voto utile. Lo staff di casaleggio pare non averlo capito però, per questo è necessario asfaltarli al ballottaggio, non solo batterli

Carlo Laccetti
Carlo Laccetti

La sua analisi lascia il tempo che trova. Contano solo i fatti. Il PD di cui Renzi è segretario nonché Presidente del Consiglio ha ottenuto il 41 per cento dei voti. Che voti sono e da dove provengono interessa poco o niente, l'importante è che ci siano e soprattutto che rimangano.

Oreste Picari
Oreste Picari

Pierfrancesco Catapano le analisi post voto sono sempre aleatorie. Nella mia piccola personale esperienza, le tante persone avvicinate che hanno votato PD per la prima volta, lo hanno fatto proprio per fiducia in Matteo Renzi

Pierfrancesco Catapano
Pierfrancesco Catapano

visto come si sono trovati spiazzati i sondaggisti, analizziamo i fatti. La campagna aggressiva dei 5$ è stata impostata come un referendum sull'europa: o noi o loro, andremo a sbattere i pugni. L'elettorato ha percepito il pericolo di un'alleanza tra euroscettici e fascisti e il risultato dell'ukip di Farage il giorno prima del voto ha portato il risultato del pd al 42% contro i sondaggi che lo davano al 32 e parte della generazione erasmus ha preferito andare al mare piuttosto che votare Grillo. E visti i fatti, Grillo che incontra Farage e Salvini la Le Pen, sono paure più che giustificate. È stato un voto utile sull'Europa, non un premio a Renzi.