Legge elettorale: testo base prevede Italicum corretto anche al Senato

Legge elettorale: testo base prevede Italicum corretto anche al Senato Dopo le dichiarazioni del Movimento 5 Stelle, interessato a partecipare alla stesura della legge elettorale insieme al Partito Democratico, giovedì è approdato in Commissione Affari Costituzionali il testo base della riforma. Come ci si poteva aspettare, il testo base propone l’estensione dell’Italicum post-sentenza anche al Senato, quello che i pentastellati definiscono Legalicum. Legge elettorale: Porcellum, Italicum e Consulta Il 6 maggio 2014 veniva approvata la legge elettorale per l’elezione della Camera dei Deputati. Dopo la sentenza della Corte Costituzionale, che dichiarava incostituzionali le parti del Porcellum riguardanti il premio di maggioranza e le liste bloccate, si veniva a delineare un sistema proporzionale con soglie di sbarramento per liste e coalizioni, differenziate per Camera e Senato. La sentenza prevedeva anche l’introduzione del voto di preferenza, vista la censura che pesa sulla parte riguardante la lista bloccata. Dopo pochi mesi il parlamento approvava una nuova legge elettorale, il cosiddetto Italicum. Valido per la sola Camera dei Deputati, si trattava di un sistema con premio di maggioranza e doppio turno. Il sistema per l’elezione dei senatori rimaneva in balia della possibilità di approvazione della riforma costituzionale, che doveva trasformare il Senato in camera non elettiva. O meglio,... View Article