•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 26 febbraio, 2015

articolo scritto da:

Ucraina: “corpo a corpo” Londra-Mosca

La Gran Bretagna invierà proprio personale militare in Ucraina: Londra sembra non voler più rimandare il “corpo a corpo” con Putin.

L’annuncio di Cameron

Il premier inglese, due giorni fa, ha stordito l’Europa con un annuncio unilaterale: il Regno Unito invierà 75 soldati in Ucraina nel corso del prossimo mese; agli omologhi ucraini forniranno consulenza e formazione in 4 diversi ambiti: fanteria, intelligence, logistica e cure mediche. Le istituzioni comunitarie e le diplomazie del continente hanno reagito con stupore.

Bruxelles, contattata dal The Kyiv Post, ha detto che l’Ue ha inviato 2 consiglieri militari in Ucraina ma non sono coinvolti né in attività operative né di formazione. Stessa reazione anche da Francia e Germania che, nelle scorse settimane, hanno provato a resuscitare il cessate-il-fuoco di Minsk e che, al momento, non tengono in considerazione altra soluzione che non sia politica.

Cameron, da parte sua, ha detto che se i punti stabiliti a Minsk-2 venissero rispettati sarebbe un “miracolo”; la realtà dei fatti è, secondo le informazioni in mano britannica, che i filorussi (sostenuti direttamente da Mosca, ha ribadito Cameron) stanno preparando l’avanzata su Mariupol.

A conferma di ciò, ha reso noto Andriy Lysenko, portavoce dell’esercito ucraino, ieri i separatisti avrebbero attaccato il villaggio di Shyrokyne a soli 10 chilometri dall’importante centro metallurgico portuale. Per questo Kiev ha deciso di non far arretrare la propria artiglieria come invece stabilito a Minsk.

I separatisti, per bocca di Eduard Basurin, vice-capo della Repubblica di Donetsk, hanno risposto “non abbiamo intenzione di attaccare Mariupol, stiamo rispettando gli accordi, l’artiglieria è ferma sulla linea del 15 febbraio (giorno dell’avvenuto accordo, ndr)”.

ucraina russia

“Corpo a corpo” con Mosca

La Gran Bretagna ha deciso di mostrare i muscoli verso Mosca: “Europa e Stati Uniti devono restare insieme”, ha detto Cameron, riferendosi non solo al ruolo dei russi in Ucraina ma anche alle minacce nei confronti delle Repubbliche Baltiche e Moldavia.

Giusto una settimana fa il titolare della Difesa britannico Micheal Fellon, parlando di come la Russia sia un pericolo “reale e presente” per gli stati baltici, ha dichiarato che Putin è pericoloso per l’Europa tanto quanto lo Stato Islamico.

Il Presidente russo è accusato da Cameron di avere ancora una mentalità da “guerra fredda”, tuttavia, i rapporti tra Russia e Regno Unito si sono fortemente deteriorati quando, nel 2006, Alexander Litvinenko, spia di Mosca, è stato ucciso sul suolo britannico.

Da allora sono notevolmente aumentate le provocazioni dei caccia militari russi: hanno invaso lo spazio aereo del Regno Unito almeno 40 volte dall’insediamento di Cameron (si è passati da un “incidente” di questo genere nel 2006, ai 17 casi del 2007). Il premier inglese, il 24 febbraio, ha dichiarato che “la nostra aviazione è pienamente in grado di difendere il nostro spazio aereo”.

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: