pubblicato: mercoledì, 13 giugno, 2018

articolo scritto da:

Sondaggi elettorali Cattaneo: i flussi di voto delle amministrative

sondaggi elettorali, istituto cattaneo

Sondaggi elettorali Cattaneo: i flussi di voto delle amministrative

Il flop del Movimento 5 Stelle al primo turno delle amministrative ha un nome e si chiama astensione. I pentastellati, come già avvenuto in passato, pagano la scelta di chi, domenica, ha preferito starsene a casa piuttosto che andare a votare. E’ quanto emerge dall’analisi sui flussi di voto elaborata dall’Istituto Cattaneo e pubblicata ieri sul Corriere della Sera.

L’istituto ha preso in esame 4 città: Brescia, Vicenza, Pisa e Ancona. In tutti e quattro i capoluoghi di provincia, il M5S ha visto un’alta astensione tra quegli elettori che avevano dato fiducia al Movimento il 4 marzo scorso.

Quote decisamente alte, sopra il 50%, si sono registrate a Brescia (52,2%), Vicenza (51,6%), Pisa (53,1%) mentre ad Ancona l’astensione è stata sì alta ma inferiore al 50% (43,5%). E chi alle urne si è recato, non sempre ha votato Cinque Stelle, anzi.

A Brescia si sono registrati solo il 17,4% di fedeli grillini mentre quote un pochino più alte si sono avute a Pisa (20,9%) e Ancona (34,7%). A Vicenza, dove i Cinque Stelle non correvano, l’elettore pentastellato ha deciso tra astensione (prima scelta) e voto al centrodestra (30,6%). In totale, rispetto alle Politiche del 4 marzo, il Movimento ha perso il 20% degli elettori, confermando le sue difficoltà ad affermarsi alle Comunali.

Chi invece guadagna consensi rispetto al voto del 4 marzo, è l’intero centrodestra (38% contro 33,4%) trainato dalla Lega. Carroccio e Forza Italia registrano, dopo il Pd, il maggior numero di fedeli. Nelle 4 città esaminate, la Lega mantiene oltre il 60% degli elettori che l’avevano scelta il 4 marzo (Ancona a parte dove la quota di fedeli scende al 57,8%). Stessa cosa per Forza Italia. Gli azzurri mantengono il 61,9% dell’elettorato a Brescia, il 79,3% a Vicenza, il 50% a Pisa e il 69,2% ad Ancona.

Infine il Partito Democratico può tirare un sospiro di sollievo. Chi si aspettava una debacle democrat alle amministrative sarà rimasto deluso. Certo, il centrosinistra ha perso Vicenza, Treviso e Catania, ma ha mantenuto Brescia e Ancona. Successi questi ultimi che si spiegano anche dall’alto tasso di fedeltà degli elettori. A Brescia l’86% di chi aveva votato Pd il 4 marzo ha deciso di dare fiducia ancora al centrosinistra. Idem ad Ancona (91%).

sondaggi elettorali, istituto cattaneo

Sondaggi elettorali Cattaneo:  nota metodologica

In attesa di diffusione.

PAGINA SPECIALE SULLE ELEZIONI POLITICHE A QUESTO LINK

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

 

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

La mano scorticata

articolo scritto da: