articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Sondaggi elettorali Cattaneo: i flussi di voto delle amministrative

sondaggi elettorali, istituto cattaneo

Sondaggi elettorali Cattaneo: i flussi di voto delle amministrative

Il flop del Movimento 5 Stelle al primo turno delle amministrative ha un nome e si chiama astensione. I pentastellati, come già avvenuto in passato, pagano la scelta di chi, domenica, ha preferito starsene a casa piuttosto che andare a votare. E’ quanto emerge dall’analisi sui flussi di voto elaborata dall’Istituto Cattaneo e pubblicata ieri sul Corriere della Sera.

L’istituto ha preso in esame 4 città: Brescia, Vicenza, Pisa e Ancona. In tutti e quattro i capoluoghi di provincia, il M5S ha visto un’alta astensione tra quegli elettori che avevano dato fiducia al Movimento il 4 marzo scorso.

Quote decisamente alte, sopra il 50%, si sono registrate a Brescia (52,2%), Vicenza (51,6%), Pisa (53,1%) mentre ad Ancona l’astensione è stata sì alta ma inferiore al 50% (43,5%). E chi alle urne si è recato, non sempre ha votato Cinque Stelle, anzi.

A Brescia si sono registrati solo il 17,4% di fedeli grillini mentre quote un pochino più alte si sono avute a Pisa (20,9%) e Ancona (34,7%). A Vicenza, dove i Cinque Stelle non correvano, l’elettore pentastellato ha deciso tra astensione (prima scelta) e voto al centrodestra (30,6%). In totale, rispetto alle Politiche del 4 marzo, il Movimento ha perso il 20% degli elettori, confermando le sue difficoltà ad affermarsi alle Comunali.

Chi invece guadagna consensi rispetto al voto del 4 marzo, è l’intero centrodestra (38% contro 33,4%) trainato dalla Lega. Carroccio e Forza Italia registrano, dopo il Pd, il maggior numero di fedeli. Nelle 4 città esaminate, la Lega mantiene oltre il 60% degli elettori che l’avevano scelta il 4 marzo (Ancona a parte dove la quota di fedeli scende al 57,8%). Stessa cosa per Forza Italia. Gli azzurri mantengono il 61,9% dell’elettorato a Brescia, il 79,3% a Vicenza, il 50% a Pisa e il 69,2% ad Ancona.

Infine il Partito Democratico può tirare un sospiro di sollievo. Chi si aspettava una debacle democrat alle amministrative sarà rimasto deluso. Certo, il centrosinistra ha perso Vicenza, Treviso e Catania, ma ha mantenuto Brescia e Ancona. Successi questi ultimi che si spiegano anche dall’alto tasso di fedeltà degli elettori. A Brescia l’86% di chi aveva votato Pd il 4 marzo ha deciso di dare fiducia ancora al centrosinistra. Idem ad Ancona (91%).

sondaggi elettorali, istituto cattaneo

Sondaggi elettorali Cattaneo: nota metodologica

In attesa di diffusione.

PAGINA SPECIALE SULLE ELEZIONI POLITICHE A QUESTO LINK

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: mercoledì, 13 Giugno 2018