19/09/2018

Sondaggi elettorali Gpf: Pd crolla al 15,3%, il M5S riconquista il primato

autore: Andrea Turco
sondaggi elettorali gpf

Sondaggi elettorali Gpf: Pd crolla al 15,3%, il M5S riconquista il primato

“Quello che importa ai dirigenti del Pd è il congresso. Sta diventando un partito in cui l’unico segretario che si dovrebbe candidare è il presidente dell’associazione di psichiatria”. Le parole di Carlo Calenda rilasciate ieri durante la trasmissione radiofonica Circo Massimo hanno fatto rumore. All’ex ministro non è andata giù la coda di polemiche nata dopo il suo invito a cena fatto a Renzi, Gentiloni e Minniti. Cena che è stata infine annullata. “Era un’occasione non per organizzare una strategia congressuale, ma per ricostruire un rapporto tra Gentiloni e Renzi e compattare il gruppo per fare opposizione in maniera strutturata. E invece si è trasformata nel solito copione del Pd autolesionista” ha affermato sconsolato Calenda.

“Sono convinto – ha concluso l’ex ministro – che alle prossime europee il Pd non ci debba essere. Serve un fronte repubblicano, progressista, che recuperi la parte di classe dirigente locale e nazionale capace ma che spazzi via un partito che ha come unico obiettivo quello di spartirsi una torta sempre più piccola tra dirigenti che sono usurati, che pensano solo a questo dalla mattina alla sera”.

Sondaggi elettorali Gpf: Pd sempre più giù

Una previsione, quella di Calenda, che sembra essere già realtà. La “torta” del Pd si sta facendo settimana dopo settimana, sempre più piccola. A confermarlo è l’ultimo sondaggio realizzato da Gpf Inspiring Research per Affaritaliani.it. Secondo la rilevazione effettuata il 18 settembre, i dem oggi raccoglierebbero poco più del 15,3% (-0,4 rispetto alla rilevazione di una settimana fa). La metà di quanto prendono oggi le due forze di governo.

Sondaggi elettorali Gpf: cala la Lega, ne approfitta il M5S

Il Movimento 5 Stelle riconquista il primato (+0,3) e si attesta al 31,3%. La Lega, dopo aver raggiunto i pentastellati, arretra dello 0,6 al 30,4%. Le schermaglie sulla legge di bilancio sembrano avvantaggiare i primi, tornati alla carica con reddito di cittadinanza e rialzo delle pensioni minime a 780 euro. L’area di governo supera comunque il 60% dei consensi nelle intenzioni di voto.

Nel centrodestra cala ancora Forza Italia (-0,3) ora al 10,5% mentre Fratelli d’Italia cresce lievemente (+0,1%) al 4,2%. A sinistra da segnalare piccole variazioni in positivo sia per Liberi e Uguali (+0,1 al 2,6%) e Più Europa (+0,2 all’1,9%).

sondaggi elettorali gpf

Sondaggi elettorali Gpf: nota metodologica

In attesa di diffusione.

 

PAGINA SPECIALE SULLE ELEZIONI POLITICHE A QUESTO LINK

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Autore: Andrea Turco

Classe 1986, dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano approda a Termometro Politico.. Dal gennaio 2014 collabora con il portale d'informazione Smartweek. Su Twitter è @andreaturcomi
Tutti gli articoli di Andrea Turco →