Sondaggi elettorali Twig: elettori Pd sentono aria di scissione

Pubblicato il 12 Dicembre 2018 alle 08:08 Autore: Andrea Turco
sondaggi elettorali, Elezioni politiche 2018: Renzi contro Grasso

Sondaggi elettorali Twig: elettori Pd sentono aria di scissione

Quasi allo scadere del gong la corsa alla segreteria Pd si ravviva con la candidatura dei deputati Roberto Giachetti e Anna Ascani. L’hanno annunciato in una diretta Facebook: “Una candidatura nata insieme, che andrà avanti insieme in perfetta sintonia e in parità” e che rappresenta “un’altra opzione”, “non una corrente”. Dopo l’addio di Minniti alla corsa, i renziani vanno al Congresso divisi. La maggioranza si è schierata per l’appoggio alla candidatura di Maurizio Martina alla guida del partito. Una minoranza ha insistito invece per la presentazione di un candidato d’area. Da qui la decisione di scendere in campo di Giachetti e Ascani.

Ora bisognerà vedere se il supporto di parte della truppa renziana, consentirà a Martina di sfidare in campo aperto il vero candidato alla vittoria Nicola Zingaretti.

Secondo un sondaggio Twig per il Gazzettino, l’ex segretario dista dal governatore del Lazio più di 12 punti percentuali (27% contro 39,3%). Ma la rilevazione è stata effettuata prima dell’uscita di scena di Minniti che in questo caso era sondato al 33,7%. Vero che non si può fare una semplice somma algebrica ma sicuramente ora la candidatura di Martina si rafforza.

Intanto però non si fermano le voci di un possibile divorzio tra Renzi e il Pd. La possibilità di una scissione dopo il Congresso è considerata un’ipotesi più che reale dal 67,7% degli elettori dem (solo il 5,7% ritiene che non ci sarà alcuna separazione).

Ma in quanti voterebbero una creatura renziana? Secondo Twig gli elettori sicuri si attesterebbero intorno al 3,2% ma quelli interessati raggiungono l’11,9%. Non tanto, ma abbastanza per mettere paura al Pd che verrà.

Sondaggi elettorali Twig: nota metodologica

Data o periodo in cui è stato realizzato il sondaggio: dal 3 al 6 dicembre. Campione proporzionale (non probabilistico) della popolazione di riferimento per genere, classe d’ età, regione di residenza, ampiezza del comune di residenza e zona territoriale. 1.000 interviste complete (rifiuti 1574). Campione rappresentativo della popolazione di riferimento. Margine di errore massimo pari a +/- 3,1%. Metodologia raccolta informazioni: Metodologia CATI (Computer Assisted Telephone Interviewing) e CAWI (Computer Assisted Web Interviewing)

 

PAGINA SPECIALE SULLE ELEZIONI POLITICHE A QUESTO LINK

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

L'autore: Andrea Turco

Classe 1986, dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano approda a Termometro Politico.. Dal gennaio 2014 collabora con il portale d'informazione Smartweek. Su Twitter è @andreaturcomi
Tutti gli articoli di Andrea Turco →