pubblicato martedì, 8 Gennaio 2019

articolo scritto da

Sondaggi politici Demos & Pi: torna a crescere la fiducia nello Stato

Sondaggi politici Demos & Pi torna a crescere la fiducia nello Stato
Sondaggi politici Demos & Pi: torna a crescere la fiducia nello Stato

Torna la fiducia nello Stato e nelle istituzioni. A sostenerlo è un’indagine Demos & Pi per Repubblica secondo cui in un’era di continua incertezza, la maggioranza degli italiani si affida alla guida degli apparati pubblici e privati. E così cresce la fiducia nello Stato (+10 punti percentuali rispetto al 2017), nel Presidente della Repubblica (+10), e nel Parlamento (+8) ma anche nell’Ue (+3) nelle Regioni (+1) e nei Comuni (+5). Dopo anni di anti politica torna la fiducia anche nei partiti (+3). Questo grazie anche all’aumento dell’indice di partecipazione politica degli italiani passata dal 52 al 57% in soli dodici mesi. Un attivismo certificato anche dall’adesione alle petizioni collettive che, nell’ultimo anno, ha interessato un terzo degli intervistati.

ultimi sondaggi, sondaggi politici elettorali, media sondaggi

“Il peso di chi esprime fiducia verso lo Stato, rispetto al 2017, sale dal 12% al 29% fra gli elettori del M5s – scrive Ilvo Diamanti nella sua analisi – Ma addirittura dal 7 al 30% fra quelli della Lega. Nei confronti del Parlamento: dal 7 al 29%, nella base del M5s; dal 6% al 21%, nell’elettorato della Lega. Allo stesso tempo, in entrambi i casi, sale sensibilmente la fiducia verso i Partiti. E supera la media (sempre bassa) rilevata nella popolazione (intervistata). Dal 3% al 10% fra gli elettori della Lega. Dal 4% al 14% nella base del M5s. Il non-partito.
La politica anti-politica e anti-statale ha, dunque, condotto la Lega di Salvini e il M5S al centro del sistema Politico. E dello Stato. E ha risollevato la fiducia. Verso la Politica e le istituzioni”.

Sondaggi politici Demos & Pi: vince la democrazia

Rimangono infine saldi i principi democratici nel nostro Paese. Il 42% si dice soddisfatto del funzionamento della democrazia in Italia mentre il 67% afferma che la democrazia è preferibile a qualsiasi altra forma di governo. I rischi di una deriva autoritaria vengono quindi allontanati così come l’idea di una democrazia che funziona senza partiti politici. Un’ipotesi che perde appeal rispetto ad un anno fa (-5 punti).

Sondaggi politici Demos & Pi: nota metodologica

Il Rapporto su Gli Italiani e lo Stato, giunto alla XXI edizione, è realizzato da Demos & Pi per La Repubblica. La rilevazione è stata condotta da Demetra con metodo MIXED MODE (Cati – Cami – Cawi).
Periodo 10 – 14 dicembre 2018. Il campione (N=1.234, rifiuti/sostituzioni/inviti: 10.708) è rappresentativo della popolazione italiana con 15 anni e oltre, per genere, età, titolo di studio e area (margine di errore 2.8%).
L’indagine è stata diretta, in tutte le sue fasi, da Ilvo Diamanti. Luigi Ceccarini, Fabio Bordignon, Martina Di Pierdomenico, Ludovico Gardani, Natascia Porcellato e Alice Securo hanno curato la parte metodologica, organizzativa e l’analisi dei dati.  “I dati sono arrotondati all’unità e questo può portare ad avere un totale diverso da 100”

PAGINA SPECIALE SULLE ELEZIONI POLITICHE A QUESTO LINK

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

articolo scritto da: