Come sta Silvio Berlusconi: condizioni di salute e addio campagna elettorale?

Pubblicato il 2 Maggio 2019 alle 13:14 Autore: Emilia Missione

Il medico di Silvio Berlusconi assicura che la ripresa del Cavaliere è ottima. Ma aggiunge: “Per la sua salute sconsiglierei la campagna elettorale”

Silvio Berlusconi: malore, età e patrimonio
Come sta Silvio Berlusconi: condizioni di salute e addio campagna elettorale?

Per un partito personale, tanto e volutamente personale, come Forza Italia, le condizioni di salute del leader possono essere decisive per la sua tenuta elettorale.

E così, dopo il ricovero d’urgenza di Silvio Berlusconi, nella notte tra il 29 e il 30 aprile, e il successivo intervento, c’è chi si interroga, dentro e fuori dal partito, su quanto le condizioni fisiche del Cavaliere 82enne influenzeranno la campagna elettorale in atto.

Del resto, per la sfida europea del prossimo 26 maggio, il presidente di Forza Italia ha optato, ancora una volta, su una strategia elettorale tutta basata sulla sua figura. Sarà proprio lui, infatti, a fare da capolista in tutte le circoscrizione, fatta eccezione per quella del Centro, concessa al presidente uscente del Parlamento europeo Antonio Tajani.

Il timore è che un rallentamento della campagna elettorale, a poco più di 20 giorni dal voto, possa influire in maniera decisiva sull’esito delle elezioni. Soprattutto se si considera il già difficile posizionamento di Forza Italia e il suo ruolo di partner, sempre più junior, della Lega di Matteo Salvini. Negli ultimi sondaggi Forza Italia oscilla tra l’8% e il 10%, un dato preoccupante per i forzisti che si troverebbero schiacciati dal Carroccio, che, nelle stesse proiezioni, raccolgono più del triplo delle intenzioni di voto.

Silvio Berlusconi, medici: “Nei prossimi giorni potremo dimetterlo”

Nel frattempo, a rincuorare gli elettori e i vertici del partito, ci pensa proprio l’equipe medica del numero uno di Forza Italia. A parlare è il professor Alberto Zangrillo, medico di fiducia di Silvio Berlusconi, che, insieme al professor Rosati, ha deciso di operarlo d’urgenza per risolvere un’occlusione intestinale.

Le condizioni di Berlusconi sono ottimali. Sta bene. Ieri sera (30 aprile, ndr) ha subito un intervento chirurgico per un fatto funzionale: alla base non c’era alcuna patologia o malattia organica”, ha spiegato il chirurgo. E ha aggiunto: “L’operazione è figlia di un vecchio intervento e una briglia aderenziale ha determinato una occlusione intestinale”.

Il professor Zangrillo, che si è detto certo di poter firmare le sue dimissioni già nei prossimi giorni, ha anche risposto alle domande dei cronisti sulla capacità fisica di Berlusconi di affrontare la campagna per le europee.

Dipende da lui. Se proprio dovessi dirlo, dal punto di vista medico gli direi che non vale la pena. Ma dato che così non sarà, il mio compito sarà metterlo in sesto per la volata finale“.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Emilia Missione

Giornalista professionista, classe '90. Ho lavorato a SkyTg24 e come public affairs consultant. Amo la politica, le parole e le gonne di tulle. Ma non in questo ordine.
Tutti gli articoli di Emilia Missione →