Pubblicato il 02/09/2019

Sondaggi elettorali Izi: Lega al 36%, ancora staccati Pd e M5S

autore: Andrea Turco
Sondaggi elettorali Izi: Lega al 36%, ancora staccati Pd e M5S

Sondaggi elettorali – La crisi di governo innescata dalla Lega non ha avuto ripercussioni sul consenso del Carroccio che rimane invariato al 36%. A sostenerlo è un sondaggio Izi per il giornale online Blitz Quotidiano pubblicato il 23 agosto. Il Partito Democratico viene dato al 23,5% mentre il Movimento 5 Stelle è al 16%, un punto sotto a quanto ottenuto alle Europee. Fratelli d’Italia raccoglie l’8,1% e stacca Forza Italia al 6,4%. +Europa è sotto la soglia di sbarramento del 3%. Gli altri partiti di centrosinistra (Verdi, La Sinistra) sono sondati tutti insieme al 6,1% mentre gli altri di centrodestra al 6,1%.

Sondaggi elettorali Izi: dati in controtendenza

Come valori, il sondaggio Izi si avvicina a quello realizzato da Termometro Politico tra il 21 e il 23 agosto. Anche in questo caso si stima un rimbalzo in avanti della Lega che passa dal 36,1 al 36,6% e un passo indietro del M5S che perde lo 0,6% e scende al 17.8%. I dati di Izi sono però in controtendenza rispetto al sentire generale. Diversi istituti (Ipsos, Tecnè, Gpf e Demopolis) hanno registrato un calo importante della Lega, data tra il 33% e il 31%. Al contrario il Movimento 5 Stelle è rilevato in netta crescita tra il 19% e il 24%.

Sondaggi elettorali Izi: quanto vale un partito di Renzi

Se il governo giallo rosso nascerà, il merito sarà anche di Matteo Renzi. È stato infatti il senatore fiorentino a sparigliare le carte ed aprire al dialogo con i grillini. Senza il suo via libera, la strada verso le urne sarebbe stata tracciata. Nonostante ciò, sono in molti a credere che la mossa dell’ex premier nasconda in realtà un tentativo per prendere tempo ed organizzarsi per dar vita ad un suo partito. Ma quanto potrebbe valere, in termini di consenso, un PdR (partito di Renzi)? Non molto a dire la verità. Secondo Izi, a votare un soggetto politico siffatto sarebbe appena il 7,8% degli italiani. Dall’indagine non viene però specificato se questo ipotetico partito ruberebbe voti al Pd o li aggiungerebbe.

sondaggi elettorali

Nota metodologica

Data o periodo in cui è stato realizzato il sondaggio: dal 19 al 21 agosto 2019. Campionamento stratificato proporzionale per: sesso, classi d’età e macro-area geografica. Ponderazione vincolata per: voto espresso alle elezioni politiche del 4 marzo 2018. Rappresentativo della popolazione residente in Italia in età di voto, per genere ed età. Margine di errore (livello di confidenza del 95%): + o – 3%. Totale contatti: 4213 Totale interviste: 1008 Totale rifiuti: 3205. Metodo raccolta delle informazioni: Interviste CAWI con questionario strutturato a risposta chiusa.

SEGUI IL NUOVO TERMOMETRO QUOTIDIANO A QUESTO LINK.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Andrea Turco

Classe 1986, dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano approda a Termometro Politico.. Dal gennaio 2014 collabora con il portale d'informazione Smartweek. Su Twitter è @andreaturcomi
Tutti gli articoli di Andrea Turco →