Concorso Prefettura in Gazzetta Ufficiale: bando 200 posti, la scadenza

Pubblicato il 22 Novembre 2019 alle 10:13 Autore: Daniele Sforza
Concorso Prefettura in Gazzetta Ufficiale
Concorso Prefettura in Gazzetta Ufficiale: bando 200 posti, la scadenza

Sulla Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il bando del concorso Prefettura indetto dal Ministero dell’Interno per 200 posti riservati ad under 35 laureati. Andiamo a riepilogare le principali informazioni su questo bando di concorso, i requisiti richiesti e la data di scadenza per la presentazione della domanda di partecipazione.

Concorso Prefettura: i requisiti richiesti

I requisiti richiesti per l’ammissione corrispondono a quelli generici per la candidatura a un concorso pubblico più quelli anagrafici stabiliti dal suddetto bando. Andiamo a riepilogare i requisiti:

  • Avere la cittadinanza italiana;
  • Avere un’età non superiore a 35 anni. Il bando precisa che il limite di età è da intendersi superato alla mezzanotte del giorno del compimento del trentacinquesimo anno di età. Il requisito anagrafico aumenta di 1 anno per i coniugati, di 1 anno per ogni figlio vivente e di 5 anni per gli appartenenti alle categorie con riferimento alla Legge n. 68/1999.
  • Possedere qualità morali e di condotta;
  • Godere dei diritti civili e politici;
  • Avere idoneità fisica all’impiego;
  • Avere una posizione regolare nei confronti degli obblighi militari;
  • Possedere uno dei seguenti titoli di studio: Laurea magistrale in giurisprudenza, scienze della politica, relazioni internazionali, scienze delle pubbliche amministrazioni, scienze dell’economia, scienze economico-aziendali, sociologia e ricerca sociale, servizio sociale e politiche sociali, studi europei, scienze storiche, o laurea specialistica in materie equiparate (giurisprudenza, teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica, scienze della politica, relazioni internazionali, scienze delle pubbliche amministrazioni, scienze dell’economia, scienze economico-aziendali, sociologia, programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali, storia contemporanea, studi europei. Ammessi anche i diplomi di laurea in giurisprudenza, scienze politiche, scienze dell’amministrazione, economia e commercio, economia politica, economia delle amministrazioni pubbliche e delle istituzioni internazionali, sociologia e storia.

Concorso Aci 2019-2020: requisiti e posti a tempo indeterminato

Le prove

Alla selezione finale si accederà tramite apposita prova preselettiva, che consisterà in un quiz a risposta multipla concernente le seguenti tematiche: diritto amministrativo, diritto civile, diritto costituzionale, economia politica, diritto comunitario e storia contemporanea. I risultati di questa prova saranno pubblicati il 21 gennaio in Gazzetta Ufficiale, parimenti l’elenco dei candidati ammessi alle prove successive. Ovvero delle prove scritte che consisteranno in un elaborato sull’argomento di diritto amministrativo e costituzionale, uno su un tema di storia contemporanea e uno sul diritto civile. Inoltre è prevista la risoluzione di un caso giuridico-amministrativo e infine una prova di lingua inglese o francese.

La prova scritta dovrà essere superata con un punteggio minimo di 70/100, che sarà dunque condizione essenziale per poter passare alla prova orale, la quale verterà sugli stessi argomenti della prova scritta.

Concorsi pubblici 2020: fino a 500 mila assunzioni, i requisiti

Concorso Prefettura: scadenza, fino a quando si può partecipare

Per partecipare al concorso Prefettura 2020 sarà necessario accedere al sito concorsiciv.interno.gov.it tramite credenziali SPID e seguire l’apposita procedura guidata. Si avrà tempo fino al 19 dicembre per presentare la domanda: per partecipare, inoltre, si ricorda anche l’obbligo di pagare 50 euro per i diritti di segreteria. La ricevuta del pagamento dovrà essere allegata alla domanda di partecipazione.

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →